Pressione alta: bastano 4 mesi per combatterla?

Pressione alta e stili di vita

Un importante studio americano spiega che seguendo un programma dettagliato lungo 16 settimane si possono avere risultati notevoli contro l'ipertensione

Cambiare le proprie abitudini scorrette e seguire invece una corretta alimentazione abbinata a una regolare attività fisica ha un forte impatto sulle persone che soffrono di ipertensione.

La ricerca, condotta dall’Università della Carolina del Nord negli Stati Uniti, è stata presentata durante American Heart Association’s Joint Hypertension 2018 Scientific Sessions. Si tratta dell’appuntamento in cui ogni anno si discute delle nuove ricerche sulla pressione alta.

La ricerca

I ricercatori in forza all’università nordamericana hanno messo sotto osservazione 129 adulti in sovrappeso o obesi. Avevano un’età compresa tra i 40 e gli 80 anni e tutti avevano problemi di ipertensione. Nessuno dei partecipanti durante lo studio ha assunto farmaci contro l’ipertensione, anche se la maggior parte ne avrebbe avuto bisogno.

Sono stati divisi in tre gruppi. Il primo ha continuato a vivere come sempre. Il secondo ha seguito la dieta DASH. Il terzo gruppo ha seguito la dieta DASH e ha fatto ginnastica tre volte alla settimana.

Pressione alta: i cibi sì e quelli no

La dieta DASH

È considerata la dieta migliore contro l’ipertensione. Non a caso è l’acronimo di Dietary Approaches to Stop Hypertension, approcci dietetici per fermare l’ipertensione.
Al primo posto la riduzione del sale a 2 grammi quotidiani. Da tagliare anche i cibi ricchi sia in sale, sia in grassi saturi e colesterolo come hamburger, salsicce, formaggi stagionati, burro. Privilegiamo invece quelli con quote elevate di potassio, magnesio, proteine vegetali, omega 3, fibre che significa portare in tavola verdura, frutta, cereali integrali, pesce, legumi, carni magre, latticini light, frutta secca (e bere molta acqua). In pratica la Mediterranea con meno sale.

I risultati

Neanche a dirlo chi ha seguito la dieta DASH e ha fatto regolarmente attività fisica ha avuto i risultati migliori nella riduzione della pressione sanguigna. In media dopo quattro mesi hanno perso più di 8,5 chili e hanno abbassato la sistolica di 16 mm Hg e la diastolica di 10 mm Hg.

La lista della spesa che fa bene al cuore

Ridurre il sale fa risparmiare milioni di anni di vita

Meno sale in cucina, più salute per tutti

Chiedi un consulto di Cardiologia