Salute

Dormire con la tv o il pc accesi fa ingrassare

Uno studio americano torna a puntare il dito contro le luci artificiali durante la notte, che farebbero aumentare di peso. Ecco i dettagli

Dormire con una fonte luminosa accesa può aumentare il rischio di prendere peso. La notizia arriva dal National Institute of Environmental Health Sciences nel North Carolina, negli Stati Uniti. In particolare dormire con la luce accesa o la tv nella stanza fa ingrassare in media di cinque chili le donne in un periodo di cinque anni. Le possibilità di guadagnare peso s’impennano infatti del 17%, quelle di diventare sovrappeso del 22%, quelle di diventare obeso del 33 per cento.

La ricerca americana 

I ricercatori hanno analizzato i dati di 43.722 donne tra i 35 e i 74 anni, che partecipavano anche a un altro studio, il Sister Study, che raccoglie dati sulla salute di donne tra il 2003 e il 2009. Tra le informazioni raccolte le abitudini legate al sonno e l’indice di massa corporea. Sai cos’è e come si calcola?

Gruppo San Donato

Le volontarie sono state suddivise in quattro categorie:

  1. quelle che dormivano senza luce,
  2. chi dormiva con una lucina nella stanza,
  3. chi teneva la luce accesa ma non nella stanza da letto,
  4. chi aveva luce o tv accese nella stanza da letto.

Leggi anche: Esami del sangue: la guida completa

I risultati

Chi dormiva con la tv o una luce accesa nella propria camera da letto poteva ingrassare di cinque chili o più, con un incremento di dieci punti dell’indice di massa corporea, aumentando il rischio di essere in sovrappeso. I ricercatori hanno scoperto che più intensa è l’emissione di luce, più alto è il rischio di prendere peso.

I limiti di questo studio

La ricerca è osservazionale. Questo significa che non è stata indagata la causa, ma ci si è limitati semplicemente ad osservare quello che accadeva. Un altro limite è che i dati si basavano su risposte delle donne a questionari. Ci sono però altri studi che collegano l’aumento di peso con il dormire con una fonte luminosa accesa. Il più importante è stato condotto nel 2016 e ha trovato una correlazione tra l’esposizione a luce artificiale durante la notte e aumento del peso. In particolare questa ricerca aveva scoperto un aumento dell’indice di massa corporea del 10% in 10 anni.

Servono quindi nuovi studi per indagare meglio sulla raccomandazione antica che vuole che non si debba dormire con la luce accesa, né tanto meno con la televisione o il pc.

Gruppo San Donato

Un altro punto debole dello studio è la mancanza di strumenti di misurazione efficace sulle donne mentre dormivano. Non ne sono stati usati neppure per verificare quanto fosse intensa la luce artificiale.

Leggi anche: L’ipertensione o pressione alta

Già altri studi hanno indagato il rapporto tra sonno e luce artificiale 

È però ormai scientificamente dimostrato che la luce artificiale in tarda sera riesca a far ritardare il nostro orologio biologico interno. La luce di notte interessa il nostro metabolismo, riuscendo a far impennare il rischio di sindrome metabolica. La sindrome metabolica rappresenta uno dei pericoli maggiori di sviluppare malattie croniche, come quelle cardiovascolari, le neurodegenerative, alcuni tipi di tumore, il diabete di tipo 2. Si tratta di avere contemporaneamente diversi fattori di rischio come ipertensione, colesterolo e trigliceridi alti e iperglicemia.

La luce artificiale ci fa ammalare

Una recente ricerca condotta dal Leiden University Medical Center ha dimostrato che la costante esposizione alla luce artificiale rivoluziona i cicli biologici del rapporto veglia sonno. Anche l’attività dell’ipotalamo, una delle parti più importanti del cervello che tra l’altro regola i livelli ormonali, viene ridotta del 70 per cento. Si abbassa la resistenza delle ossa e dei muscoli, mentre si sviluppano infiammazioni anche in assenza di agenti patogeni. Leggi qui se vuoi approfondire l’argomento.

Leggi anche: Diabete: la guida completa

Il ruolo della melatonina

La melatonina è un ormone rilasciato dalla ghiandola pineale soprattutto di notte. Il suo compito principale è quello di preparare il corpo al sonno. Gli integratori a base di melatonina sono spesso usati per aiutare chi ha problemi a dormire. Aiutano infatti ad addormentarsi, aumentando la qualità del sonno e la sua durata. Qui puoi leggere i vantaggi e gli svantaggi di assumere melatonina con un integratore.

Questo ormone gioca un ruolo importante anche nelle difese contro i radicali liberi e aiuta a regolare la pressione sanguigna, la temperatura del corpo e i livelli di cortisolo, così come la funzione sessuale. Se utilizziamo luci artificiali la melatonina viene prodotta in modo significativamente minore, con conseguenze importanti sulla nostra salute.

FONTEJAMA Internal Medicine 

In questo articolo

Leggi anche…

None found

Gruppo San Donato

Correlati

Back to top button
Gruppo San Donato