L’editoriale del Direttore – Il dono

ANTONINO

Prof. Antonino Di Pietro
Direttore Scientifico di OK Salute

Il cancro è un dono! Lo ha detto poche settimane fa Nadia Toffa! Per chi non la conoscesse (ma credo pochi) fa parte dell’eccezionale staff delle Iene e mesi fa si è trovata all’improvviso, nella sua piena giovinezza, ad affrontare un cancro al cervello. Coma, operazione delicata e difficilissima, chemioterapia, la vita che cambia, poi la forza di reagire; sì… la vita che vuole vincere e Nadia, dopo un periodo buio e di silenzio, ritorna. C’è. Vuole farsi sentire. Vuole urlare che ce la sta facendo, come chi urla e respira forte quando con la testa esce dalle onde di un mare in cui sta rischiando di affogare. Come molti che hanno vissuto il cancro, Nadia vuole dare coraggio a chi è appena caduto e si sente soffocare in questo male. E allora dice una cosa che ha una forza straordinaria: il cancro è un dono! Sì, mia cara amica Nadia, hai ragione! Il cancro, come altre sofferenze, può essere un dono. Un dono che fa capire a tutti l’importanza della vita, il valore di un giorno, di un’ora, di ogni respiro. Un dono per far vivere l’amore più forte, quello che ti unisce nell’intesa di un sorriso dopo momenti di dolore.

Anche chi non ha capito il significato delle tue parole è stato un dono! Un dono servito ad amplificare ciò che hai detto e farlo arrivare ancora più lontano. Ho letto cose feroci su di te, dettate da animi superficiali e per questo ignoranti e arroganti, un mix feroce di gratuita e grassa cattiveria, tipico, ahimè, di chi si sente immortale!

Io e tutti i lettori di OK, un giornale che ha il profumo e il sapore di pagine che parlano di vita, di gioia e di salute vera, stringiamo forte te e tutte le persone che come te combattono sofferenze fisiche e psicologiche, cercano risposte a terribili perché, ma sono capaci di regalare ottimismo e sorrisi a chi gli sta intorno.

Grazie per il dono che voi date a tutti noi!

P. S. Nelle librerie c’è il libro di Nadia Toffa: Fiorire d’inverno.
La mia storia (Mondadori). In questo momento è anche sulla mia scrivania.

 

NEL NUMERO DI NOVEMBRE…