Dieci modi per combattere lo stress

Lavoro, famiglia o nuove sfide: scopri i consigli degli esperti di Assosalute per affrontare i disturbi che nascono da situazioni stressanti

Passeggiate all’aria aperta

Camminare, soprattutto in mezzo al verde, è un’attività depurativa per tutto l’organismo perché aiuta a liberarsi dalle tossine. In più, quando si passeggia a passo svelto, l’organismo produce una quantità di endorfine fino a cinque volte superiore rispetto a quando è a riposo. Le endorfine, conosciute anche come “ormoni della felicità”, sono una fonte di benessere per il corpo e per la mente.

Evitate smartphone e pc
prima di dormire

Telefoni, computer e tablet dovrebbero essere spenti almeno un’ora prima di andare a dormire. L’utilizzo di dispositivi digitali a ridosso del riposo notturno non fa bene e influisce sulla nostra capacità di prendere sonno. «Messaggi, chat e applicazioni – spiega Alessandra Devoto, psicologa ed esperta in medicina del sonno dell’Associazione italiana di medicina del sonno – ci stimolano eccessivamente dal punto di vista cognitivo ed emotivo, mentre gli schermi luminosi influiscono sulla nostra fisiologia, ritardando la secrezione di alcune sostanze importanti (come la melatonina) e quindi rinviando la fase del sonno».

Organizzatevi bene…

Una causa molto diffusa dello stress è la “mancanza di tempo”. Una buona gestione della vostra agenda potrà aiutarvi a farvi sentire più rilassati.

… E mangiate meglio

Lo stomaco è come un secondo cervello. E con il primo, quello “vero”, è strettamente legato (in questo video l’esperto spiega perché). Per questo, come rilevato da una recente indagine, le preoccupazioni sono la principale causa di disturbi gastrointestinali. Ma vale anche il contrario: una scorretta alimentazione può influire negativamente sul nostro benessere psicologico. Seguire una dieta sana può aiutare a gestire lo stress perché alcuni alimenti sono in grado di ridurre l’azione del cortisolo, l’ormone “colpevole”. Tra le carni è consigliato il tacchino, tra i pesci quelli a più alto contenuto di grassi – come il tonno o il salmone – e tra le verdure si consigliano gli spinaci. Anche il cioccolato fondente è molto utile per abbassare i livelli di cortisolo.

Date il giusto peso alle cose

Per alcuni è più facile, per altri molto difficile. «Ci sono individui – spiega Piero Barbanti,
direttore dell’Unità per la Cura e la Ricerca su Cefalee e Dolore, IRCCS San Raffaele di Roma – che, per motivi psicologici o biologici, percepiscono come stressante ciò che in realtà è una situazione normale». Nel 30-50% dei casi è genetica: «fra le persone più suscettibili allo stress troviamo i soggetti ansiosi, che pur non dovendo affrontare eventi stressanti, li vivono come se fossero tali». Quale sia la causa, però, bisogna lavorarci e cercare di ridimensionare il problema che genera stress. Solo così ci si rende conto di quante siano le cose per le quali, in realtà, proprio non vale la pena preoccuparsi.

Ragionate

Di conseguenza, prestare attenzione ai propri pensieri e porsi delle domande può essere molto utile ad allontanare ansie e problemi. Una riflessione interna può aiutare a comprendere meglio una situazione esterna.

Fate meditazione

La mindfulness è una pratica di meditazione basata sul recupero della consapevolezza. «Nelle situazioni di ansia e stress le persone sono portate a reagire in modo automatico e impulsivo perché sono condizionate – spiega Luisa Merati, esperta in problemi psicosomatici (puoi chiederle un consulto qui) – L’obiettivo della mindfulness è rompere questi automatismi e riportare l’individuo a essere consapevole di ciò che accade nel suo corpo e nella sua mente, così invece di reagire impulsivamente alla situazione, risponde e compie delle scelte in modo razionale. Andrebbe praticata quotidianamente con la guida di un professionista, che insegna a riprendere consapevolezza del corpo per mezzo del respiro, per ritrovare un equilibrio interno»

Ridete

Ridere fa bene alla salute perché aumenta la quantità di ossigeno che si respira, stimola il cuore, i polmoni, i muscoli e aumenta l’endorfina che rilascia il cervello. Uno studio, pubblicato sulla rivista Heart&Lung, ha indagato sui benefici psicologici per le persone con broncopneumopatia cronica ostruttiva e ha dimostrato che ridere migliora sensibilmente l’umore e lo stato psicologico dei pazienti.

Ascoltate la musica

Che sia classica, rock o country non importa: la musica che amate vi aiuterà a fare una pausa e rigenererà il cervello di neurochimici del buon umore, come la dopamina. In più, la musica giusta fa riaffiorare i ricordi felici.

Andate in farmacia

Se tutti questi consigli non sono bastati e lo stress si è evoluto in disturbi fisici, andate in farmacia. In caso di mal di testa il consiglio degli esperti è di affidarsi a un antinfiammatorio non steroideo (FANS), per i disturbi del sonno, invece, sono di aiuto sedativi leggeri come la valeriana o la passiflora. In presenza di gonfiore o dolore addominale chiedere consiglio per antispastici o adsorbenti intestinali, mentre per la cattiva digestione e l’acidità sono consigliabili i procinetici e gli antiacidi. Infine, contro un herpes un classico antivirale in crema.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Gli episodi stressanti invecchiano il cervello di quattro anni

Gli 11 sintomi che ci dicono che siamo troppo stressati

Scarabocchi anti-stress: disegnarli gratifica il cervello

Annusare la t-shirt del partner abbassa lo stress

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Neurologia
    CONDIVIDI