Sai cosa ti succede se mangi poca vitamina E?

Famosa perché regala una pelle elastica, in realtà è fondamentale per il buon funzionamento del sistema nervoso. Ecco tutti i sintomi che ne stai assumendo troppo poca

La vitamina E 

La vitamina E è un potente antiossidante che protegge le cellule dallo stress ossidativo, che avviene quando ci sono troppi radicali liberi, tanto che il corpo non riesce più a smaltirli normalmente.
Se non si assume una dose sufficiente di questa vitamina, è più facile essere colpiti da infezioni, problemi alla vista e debolezza muscolare. Fortunatamente molti cibi la contengono, ma non sempre è facile assorbirla in modo corretto. Qui trovi l’elenco degli alimenti più ricchi di questa preziosa vitamina 

Come aiutare il corpo
ad assimilarla 

Per assorbire la vitamina E il corpo ha bisogno di grassi. È quindi meglio mangiare questi cibi con dell’olio extravergine di oliva oppure con un avocado (Scopri qui tutti i segreti dell’avocado). Basterà inserire questi due alimenti ad esempio a un’insalata per fare il carico di questa preziosa vitamina.

Debolezza muscolare

Questa vitamina è essenziale per il sistema nervoso centrale. È tra gli antiossidanti più potenti. Una sua mancanza quindi promuove il pericoloso stress ossidativo, che a lungo andare alza il rischio di sviluppare le malattie croniche, come quelle cardiovascolari e neurodegenerative, oltre al diabete.

Difficoltà a camminare
e a coordinarsi

La sua mancanza può colpire alcuni neuroni, chiamati neuroni di Purkinje, fondamentali nella trasmissione dei segnali nervosi.

Torpore e formicolii

Danni alle fibre nervose possono impedire ai nervi di trasmettere i loro segnali al cervello in modo corretto.

Danni alla vista

Un deficit di questa vitamina può indebolire la retina e altre cellule che si trovano negli occhi.

Problemi alle difese
immunitarie

Diverse ricerche hanno dimostrato che una mancanza di questa vitamina possa inibire alcune cellule deputate alla nostra difesa. Gli anziani devono stare particolarmente attenti a questa situazione.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Uova e insalata: così si fa il pieno di carotenoidi

La dieta corretta per ossa forti

Dieta vegetariana: benefici e rischi

La Dieta della Longevità

Chiedi un consulto di Nutrizione