Acqua tiepida e limone: fa davvero bene?

Acqua tiepida e limone: fa davvero bene?

Ha davvero effetti depurativi? Porta benefici a fegato e metabolismo come molti credono? La verità svelata dall'esperto di OK Roberto Volpe

Acqua tiepida con succo di limone, bevuta a digiuno, appena alzati: è vero o no che ha effetti depurativi? C’è chi non può più farne a meno. Avrebbe effetti depurativi: vero o falso? E fa davvero bene a tutti? A rispondere a queste e altre domande è Roberto Volpe, ricercatore del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Roma (puoi chiedergli un consulto qui).

L’acqua e limone, bevuta al mattino appena svegli, ha effetti depurativi?

Questa bevanda è ottima sotto l’aspetto dell’idratazione e della diuresi, senza dimenticare le proprietà nutritive del limone. Però non è miracolosa e gli effetti sul metabolismo e sul fegato non sono dimostrati a livello scientifico.

Quali sono, allora, gli aspetti positivi di quest’abitudine a cui molti non sanno più rinunciare?

Sicuramente non può che far bene per via dell’acqua presente nella bevanda, perché reintegra i liquidi persi durante la notte, soprattutto se l’ambiente è secco e privo di aerazione. L’acqua però dovrebbe essere naturale, perché non stimola la secrezione gastrica, mentre quella frizzante potrebbe peggiorare il fastidio gastrico provocato dalla secrezione di succo gastrico che avviene durante il sonno.
Un altro degli effetti benefici riguarda la temperatura dell’acqua, che essendo tiepida, risulta più digeribile e può stimolare la diuresi.

E il limone?

Il limone è un’ottima fonte di vitamina C, antiossidante per eccellenza. Da tenere presente che quando lo assumiamo a pasto con gli alimenti (per esempio spremuto sull’insalata o sugli spinaci, ndr) , migliora l’assorbimento del ferro di natura vegetale, come quello contenuto nei legumi e nelle verdure. Il consiglio è di non utilizzare succo di limone concentrato, già pronto, ma di consumare la spremuta al naturale, possibilmente da limoni di origine biologica.

Chi dovrebbe astenersi dal consumarla?

Questa bevanda si assume al mattino, a stomaco vuoto, dopo il digiuno notturno. E a certe persone, soprattutto per chi è abituato a fare colazione e a spezzare il digiuno con qualcosa di solido, potrebbe non essere gradita. In effetti, la mattina lo stomaco è iperacido perché durante la notte predomina il nervo vago che, ad esempio, comporta un abbassamento del ritmo cardiaco, ma anche un aumento della secrezione dei succhi gastrici. Pertanto, questo tipo di bevanda potrebbe dare fastidio alle persone che sono predisposte a gastroduodeniti o a esofagiti da reflusso, in quanto non si tampona l’acido, a meno che subito dopo l’assunzione della bevanda a base di limone non si consumi qualcosa di solido.

Eliana Canova

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Vuoi disintossicare corpo e spirito? Cammina

La dieta detox di primavera

Super insalata? Ecco il segreto

Calcolosi renale: la migliore prevenzione è l’acqua

Fegato: esistono rimedi naturali per depurarlo?

 

Chiedi un consulto di Nutrizione
CONDIVIDI