Sesso: 5 benefici dimostrati dalla scienza

Sesso: 5 benefici dimostrati dalla scienza

Una regolare attività sessuale fa bene a cuore, sistema immunitario, cervello, combatte il mal di testa e allunga la vita

Sono ormai numerosi gli studi scientifici che dimostrano i benefici del sesso per la nostra salute: qui di seguito ne elenchiamo alcuni e leggendoli vi convincerete ancora di più del perché è importante preservare la propria salute sessuale. Mai trascurare un disagio o un sintomo, chiedere aiuto ai medici specialisti come sessuologi, andrologi, urologi e ginecologi. Un appello in particolare alle donne che provano dolore durante il rapporto sessuale, pur non avendo segni evidenti di infiammazione ai genitali: potrebbe trattarsi di vulvodinia, una patologia ancora poco conosciuta ma che va individuata (leggi qui il percorso diagnostico) e curata (scopri come si cura la vulvodinia).

Sistema immunitario

Secondo uno studio pubblicato su Psychological Reports, fare sesso una volta a settimana aumenta del 30% le immunoglobuline A (IgA). Sono anticorpi presenti soprattutto a livello delle mucose ci difendono dalle infezioni locali, ma anche dal raffreddore.

Cuore

Gli uomini che hanno rapporti sessuali almeno due volte alla settimana, hanno il 45% in meno di probabilità di sviluppare malattie cardiache, secondo uno studio del New England Research Institute in Massachusetts, pubblicato sull’American Journal of Cardiology.

Non solo: i benefici ci sono anche per coloro che soffrono di malattie cardiovascolari. Secondo una raccomandazione pubblicata dalla rivista Circulation chi ha problemi di cuore  non deve rinunciare al sesso.Solo una piccola percentuale di chi muore improvvisamente lo fa durante un rapporto e nella maggior parte dei casi succede solo quando si tradisce il partner: una situazione che aumenta il livello di stress ed è questo aumento che potrebbe avere ripercussioni sul cuore.

Cervello

Avere un’intensa e soddisfacente vita sessuale anche dopo i 50 anni, aiuta a rallentare il declino cognitivo e a rafforzare la capacità di ricordare. Lo rivela uno studio della Coventry University, pubblicato su Age and Ageing (per saperne di più leggi qui).

Longevità maschile

In uno studio della University of Bristol e della Queen’s University di Belfast pubblicato sul British Medical Journal, è stato monitorato per dieci anni il tasso di mortalità di 1.000 uomini di età compresa tra i 45 ei 59 anni, scoprendo che fare sesso con regolarità riduce del 50% il rischio di morte. L’attività sessuale dunque sembrerebbe aver un effetto protettivo sulla salute degli uomini.

Mal di testa

Il sesso può tenere a bada un attacco di emicrania o di cefalea a grappolo. I neurologi dell’Università di Münster, in Germania, hanno monitorato per due anni 400 loro pazienti affetti da queste tipologie di mal di testa, e hanno scoperto che circa il 33% aveva fatto l’amore durante l’attacco di mal di testa. Di questo 33%, ha dichiarato un miglioramento dei sintomi il 60% dei pazienti con emicrania (ma il 33% ha detto che è peggiorato) e il 37% di quelli con cefalea a grappolo (ma per il 50% il dolore è peggiorato). In conclusione lo studio, pubblicato su Cephalalgia, ha dimostrato che in molti casi il rapporto sessuale porta benefici a chi soffre di emicrania o di cefalea a grappolo.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Lo stile di vita? Se è sano protegge sessualità e fertilità

Fare sport fa bene alla sessualità?

Quanto durerà l’amore? Ecco i consigli della scienza

Le pulizie di casa? La coppia che le fa insieme fa anche più sesso

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Sessuologia