I 10 segnali che sei incinta, anche senza fare il test

Ci sono diversi sintomi che fanno intuire di essere in dolce attesa, anche quando il test dà risultato negativo. Sai quali sono i più comuni?

Il ciclo non arriva

Questo è uno dei campanelli d’allarme più celebri. Ci sono però decine di altre cause per avere un ritardo, quindi da solo non significa nulla.

Perdite

Circa una donna su quattro può avere delle perdite simili al ciclo quando è incinta nei primi tre mesi di attesa.

Crampi alle gambe

Nelle prime settimane di attesa una donna può soffrire di crampi alle gambe e ai piedi. Questo è dovuto dal fatto che il nostro corpo assimila il calcio in modo diverso. La maggior parte del calcio che assumiamo viene dirottato per costruire le ossa del bambino. Di conseguenza le ossa e i muscoli della futura mamma diventano più deboli.

Dolore al seno

Un altro sintomo tipico è il dolore, o comunque una maggiore sensibilità, al seno. Spesso comincia subito ad aumentare nelle dimensioni. Può accadere che le vene diventino più visibili e i capezzoli più scuri.

Stanchezza

I cambiamenti ormonali fanno sì che la donna si stanchi con estrema facilità.

Nausea

Le nausee mattutine sono un altro dei classici segnali di gravidanza. Anche se si chiamano mattutine in realtà possono colpire durante tutta la giornata.

Cambiano i gusti e
aumenta l’olfatto

Le donne incinte possono cambiare anche radicalmente il proprio gusto alimentare. Possono cominciare ad amare cibi che hanno sempre odiato e viceversa. Anche l’olfatto cambia, diventando molto più potente.

Sbalzi di umore

Quando si è incinta si assiste a un forte incremento degli estrogeni e del progesterone nel sangue. Questo può portare a continui cambiamenti di umore.

Urgenza di fare pipì

Le donne nelle prime settimane di gravidanza possono avere una continua necessità di fare la pipì. Questo è dovuto a un aumento del flusso sanguigno nei reni. Inoltre l’utero aumenta e può premere sulla vescica.

Iperemesi gravidica

È diventata più conosciuta in tutto il mondo, perché ne ha sofferto durante le sue tre gravidanze Kate Middleton, futura regina d’Inghilterra. Colpisce in realtà l’1% delle donne incinte. In pratica chi ne è affetto continua a vomitare. Questa condizione può durare anche per tutta la gravidanza, anche se generalmente i sintomi migliorano andando avanti nel tempo.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Gravidanza: tutti i cambiamenti che subisce la pelle

Depressione in gravidanza: ecco come si cura

Le donne incinte in sovrappeso accorciano la vita dei figli

Gravidanza: ecco 10 consigli per le future mamme

Chiedi un consulto di Ginecologia