Frutta secca: qual è quella ideale per te?

Considerata un vero e proprio super cibo, la frutta secca sta conquistando sempre più il palato degli italiani. Ma in cosa si differenziano? Qual è la più calorica? Quale contiene più minerali? Tutte le risposte

Arachidi

Considerate frutta secca anche se in realtà sono legumi, sono ottime se si vogliono aggiungere proteine vegetali alla propria dieta. Contengono molti polifenoli, antiossidanti, flavonoidi e aminoacidi. Sono però molto caloriche.

Cento grammi di arachidi forniscono

  • 567 calorie
  • 25,80 grammi di proteine
  • 49,24 grammi di grassi
  • 16,13 grammi di carboidrati
  • 8,50 grammi di fibre
  • 4,72 grammi di zuccheri

Molti anche i minerali

  • 92,00 milligrammi di calcio
  • 4,58 milligrammi di ferro
  • 168 milligrammi di magnesio
  • 376 milligrammi di fosforo
  • 705 milligrammi di potassio.

La maggior parte dei grassi contenuti nelle arachidi è sana, anche se contengono una piccola parte dei “pericolosi” grassi saturi.

Mandorle

Stanno diventando sempre più popolari in tutto il mondo. Contengono un po’ meno proteine rispetto alle arachidi, ma forniscono molti altri nutrienti preziosi. Sono considerate ideali per gli snack spezza fame, ma anche come colazione.

Cento grammi di mandorle contengono

  • 579 calorie
  • 21,15 grammi di proteine
  • 49,93 grammi di grassi
  • 21,55 grammi di carboidrati
  • 12,50 grammi di fibre
  • 4,35 grammi di zuccheri

Molti anche i minerali

  • 269 milligrammi di calcio
  • 3,71 milligrammi di ferro
  • 270 milligrammi di magnesio
  • 481 milligrammi di fosforo
  • 733 milligrammi di potassio

Sono particolarmente ricche anche di vitamina E: 25,63 milligrammi.

Pistacchi

Tecnicamente si tratta del seme dell’albero del pistacchio, ma come avviene per le arachidi anche in questo caso la stragrande maggioranza delle persone li considera frutta secca.

Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nutrition Today spiega come abbiano effetti positivi sulla pressione sanguigna.

Cento grammi di pistacchio contengono

  • 560 calorie
  • 20,16 grammi di proteine
  • 45,32 grammi di grassi
  • 27,17 grammi di carboidrati
  • 10,60 grammi di fibre
  •  7,66 grammi di zuccheri

Contengono meno minerali rispetto ad altre noci, ma hanno una significativa dose di potassio: 1.025 milligrammi.

 

Anacardi

Sono tra i preferiti per il loro gusto.

Cento grammi di anacardi contengono

  • 553 calorie
  • 18,22 grammi di proteine
  • 43,85 grammi di grassi
  • 30,19 grammi di carboidrati
  • 3,30 grammi di fibre
  • 5,91 grammi di zuccheri

Molti anche i minerali

  • 37 milligrammi di calcio
  • 6,68 milligrammi di ferro
  • 292 milligrammi di magnesio
  • 593 milligrammi di fosforo
  • 660 milligrammi di potassio.

Noci

Hanno molte calorie, pur avendo in media meno carboidrati rispetto all’altra frutta secca. L’alto conto calorico è dovuto alla presenza di molti grassi. La maggior parte però è sana. Sono particolarmente ricche di flavonoidi e di acidi fenolici.

Cento grammi di noci contengono

  • 654 calorie
  • 15,23 grammi di proteine
  • 65,21 grammi di grassi
  • 13,71 grammi di carboidrati
  • 6,7 grammi di fibre
  • 2,61 grammi di zuccheri

Le noci contengono un po’ meno minerali rispetto al resto della frutta secca

  • 98 milligrammi di calcio
  • 2,91 milligrammi di ferro
  • 158 milligrammi di magnesio
  • 346 milligrammi di fosforo
  • 441 milligrammi di potassio

Nocciole

Amatissime anche dai più piccoli per il loro sapore, contengono meno proteine rispetto al resto della frutta secca. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Clinical Lipidology, le nocciole possono aiutare a ridurre il colesterolo.

Cento grammi di nocciole contengono

  • 628 calorie
  • 14,95 grammi di proteine
  • 60,75 grammi di grassi
  • 16,70 grammi di carboidrati
  • 9,7 grammi di fibre
  • 4,34 grammi di zuccheri

Questi i minerali che contengono

  • 114 milligrammi di calcio
  • 4,70 milligrammi di ferro
  • 163 milligrammi di magnesio
  • 290 milligrammi di fosforo
  • 680 milligrammi di potassio

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Fibrillazione atriale: scoperta la molecola che fa “tremare” il cuore

Un guasto elettrico al cuore: è la fibrillazione atriale

Hai la fibrillazione atriale? Te lo dice lo smartphone

Malattie delle valvole cardiache: dai sintomi alla diagnosi

Chiedi un consulto di Nutrizione