Cene aziendali di Natale: ecco come comportarsi

Come rimediare se ci si è lasciati andare un po' troppo?

Non cercate conforto in
qualche brindisi di troppo 

È uno degli appuntamenti immancabili delle Festività di Natale, la famigerata cena aziendale, che molti film hanno raccontato, da Bridget Jones fino al Secondo Tragico Fantozzi. Un po’ di tensione, inutile negarlo, c’è sempre. Incontrare colleghi che si frequentano poco o i propri capi può generare ansia da prestazione o relegarci in un angolino. Spesso la tentazione è cercare conforto in qualche brindisi di troppo per farci sentire più tranquilli e disinibiti.

Attenzione a non esagerare:
rischi di essere punito

Attenzione, però, perché la cattiva condotta alle cene aziendali è molto comune. Secondo un sondaggio realizzato dall’Associazione Internazionale dei Responsabili delle Risorse Umane, la CIPD, un lavoratore su dieci conosce qualcuno che è stato punito, anche fine al licenziamento, per come si è comportato in queste occasioni.

A causa dell’alcol in molti
ci provano con i colleghi

Basta leggere i dati: circa il 20% di chi partecipa alla cena aziendale si è molto ubriacato, mentre il 40% ha confessato di avere fatto sesso con il collega e il 60% di averci almeno provato. Le prime tre trasgressioni sono nell’ordine delle liti con i colleghi e i capi, comportamenti minacciosi e le molestie sessuali.

Se avete esagerato,
affrontate la situazione 

Quindi se siete tra quelli che il giorno dopo si svegliano con un gran mal di testa, la lingua felpata e quella strana sensazione che qualcosa di terribile sia accaduto, è inutile fare finta di niente. La prima tentazione è ovviamente quella di rinchiudersi in casa fino a gennaio, ma non è possibile. La cosa migliore, secondo gli esperti, è affrontare la situazione.

Lasciate che i colleghi vi prendano in giro 

Può essere che i colleghi rideranno di voi, se la sera prima avete esagerato. Si daranno di gomito e i più brillanti vi faranno qualche battuta. Lasciateli fare, cercate di sorridere e di stare allo scherzo. Se però vedete che nei vostri confronti più che sguardi divertiti, ne incontrate di arrabbiati, fate subito un esame di coscienza. Chiedetevi se forse non siate andati oltre al consentito, se vi siate presi delle libertà eccessive o se addirittura siete stati molesti. Se non ricordate esattamente quello che è successo, può essere utile parlarne con un vostro collega di fiducia.

Chiedete scusa, anche con
una e-mail se è il caso 

Una volta scoperto che vi siete comportati male, è inutile nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi. Molto meglio affrontare la situazione. Il primo passo è chiedere scusa alla persona con la quale vi siete comportati male. Parlategli con sincerità, spiegando che siete molto dispiaciuti e che non capiterà più. Tendenzialmente questo atteggiamento è sufficiente a farvi perdonare. Se non è così passate alle scuse via lettera, o meglio via e-mail.Potete così spiegare meglio le vostre ragioni, senza essere interrotti.

A volte non resta che parlarne
con il responsabile delle risorse umane

Se anche in questo modo restano delle tensioni, la cosa migliore è parlarne con il Responsabile delle Risorse Umane. Certo questo passaggio potrebbe procurarvi un richiamo ufficiale, ma per lo meno farete vedere che sapete assumervi le vostre responsabilità. Naturalmente l’anno prossimo evitate di bere.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Ansia e stress sul lavoro: da cosa sono provocati?

Turni di lavoro troppo prolungati “agitano” il cuore

Più fai sesso e più aumenta la soddisfazione sul lavoro

Sempre incollati alla sedia? Ecco come abbassare glicemia e trigliceridi

 

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Psicologia
    CONDIVIDI