Aceto di mele: tutta la verità a prova di scienza

C'è chi è convinto che l'aceto di mele sia la cura per quasi tutte le malattie, anche quelle croniche. Ma cosa dice la scienza?

 

Diabete

Questo è il luogo comune più diffuso. Alcuni studi della dietista Carol Johnston, professoressa alla Arizona State University, hanno cercato di fare chiarezza. Le sue ricerche hanno dimostrato una diminuzione dei livelli di zuccheri nel sangue nelle persone con il diabete di tipo 2, in chi soffre di sindrome metabolica (considerata il pre diabete) e anche in chi è sano. In realtà la risposta glicemica è non solo bassa, ma comune a qualsiasi tipo di aceto, quindi non solo a quello di mele. «Quello che fa qualsiasi aceto è rallentare l’assorbimento dei carboidrati – spiega la Johnston – quindi in effetti se si assume un po’ di aceto, prima di mangiare pasta o pane, avremo, un effetto sulla glicemia, ma solo se mangiamo carboidrati. Se ad esempio beviamo una bevanda zuccherata non avremo questo effetto. Non l’avremo neppure se ad esempio mangiamo uova e bacon».

Inoltre se si è diabetici e si usa spesso l’aceto è meglio parlarne con il proprio medico, perché può amplificare gli effetti dei farmaci.

Quindi si può dire che prevenga il diabete? No. 

Malattie cardiovascolari

Se siete topi preoccupati per la salute del vostro cuore utilizzate l’aceto di mele. Diverse ricerche hanno dimostrato che sui roditori abbassa la pressione del sangue, i trigliceridi e il colesterolo. Ma non ci sono studi sugli esseri umani. L’American College of Cardiology spiega che ci potrebbe essere qualche beneficio dovuto alla presenza di antiossidanti, ma si tratta dello stesso effetto che avremo mangiando altra frutta e verdura, come frutti di bosco e cavoli.

Fa dimagrire

C’è anche la convinzione che usare l’aceto di mele aiuti a perdere peso. Lo studio più citato è quello del Central Research Institute giapponese, che dimostrava una diminuzione del peso, dell’indice di massa corporea e del girovita. Sono stati analizzati i dati di 175 persone in sovrappeso per dodici settimane. In realtà la diminuzione è stata tra 1 e 2 chili in tre mesi, quindi molto bassa.

Quindi si può dire che faccia dimagrire? Ni: se usiamo l’aceto di mele all’interno di una dieta sana e bilanciata e facciamo esercizio fisico, può aiutare, ma non è determinante. Se continuiamo a mangiare come prima, l’effetto sarà praticamente nullo.

Combatte mal di gola
e tosse

Il primo a promuovere l’aceto di mele per mal di gola e tosse è stato Ippocrate, il padre della medicina moderna. In realtà ormai disponiamo di farmaci più efficaci e anche tra i rimedi naturali, sicuramente sono più utili lo zenzero e la propoli.
Anche in questo caso il consiglio è comunque di andarci molto cauti. L’Accademia dei Pediatri Americani sostiene di usarlo molto diluito con acqua e di aggiungere miele o sale. In realtà il sollievo è blando.

Pulisce e sbianca i denti

Anche questo beneficio è famosissimo su internet. In realtà l’Associazione dei Dentisti Americani lo sconsiglia caldamente: l’aceto è un acido e come tutti gli acidi rovina lo smalto dei denti. Non fatelo.

Migliora la pelle

Anche in questo caso c’è una vasta letteratura su internet. Secondo molti siti curerebbe le infezioni della pelle, combatterebbe l’acne e sarebbe un trattamento antirughe. Secondo l’Accademia di Dermatologia degli Stati Uniti può essere utile per pulire i punti neri o, diluito in acqua, può essere usato al posto del tonico, ma molti prodotti in commercio sono più efficaci. È invece utile contro le punture di zanzare ma anche in questo caso ci sono prodotti più efficaci.

Combatte pidocchi e
forfora

Un’altra credenza che non ha alcuna valenza scientifica è quella che combatta i pidocchi. Uno studio dell’Università della California ha dimostrato che tra i rimedi naturali è il meno efficace. È invece utile contro la forfora, perché l’acidità aumenta la capacità della cute di rigenerarsi e ha anche qualche proprietà antifungina.

Combatte alcune infezioni
delle unghie

È utile nella cura della paronichia, che è l’infezione della pelle che circonda le unghie e che può essere di origine batterica o micotica. Il consiglio è quello di mischiare una parte di aceto di mele a tre di acqua e mettere a bagno le dita.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

L’influenza non se ne va? Usa lo zenzero

Rimedi naturali per la salute del cuore? Vietato il fai da te

I rimedi naturali per abbassare la pressione

Influenza: rimedi naturali che funzionano

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Nutrizione
    CONDIVIDI