Gambe gonfie? Guarda la guida facile per non soffrirne più

Carico il video...

Sbagliando, si pensa che questo disturbo vada in vacanza con l'arrivo della brutta stagione. In realtà ambienti troppo caldi o secchi, uniti a calze o scarpe strette, una dieta scorretta e la sedentarietà possono essere pericolosi fattori di rischio

Pesantezza alle gambe, formicolii e gonfiori alle caviglie. Ecco i classici sintomi delle gambe gonfie, che sottintendono generalmente a disturbi circolatori. Questa condizione è soprattutto femminile. Le donne sono infatti molto più colpite rispetto agli uomini da problemi come insufficienza venosa varici. Le principali cause sono la gravidanza e l’uso precoce della pillola anticoncezionaleGli altri fattori di rischio sono la sedentarietà, l’aumento di peso e l’obesità, l’ereditarietà e i disturbi ormonali. 

Attività fisica

Lo sport è fondamentale per avere una buona circolazione del sangue. È importante praticare attività fisica due o tre volte a settimana, variando, se possibile, la tipologia di allenamento. Sono particolarmente indicati gli sport che tonificano la muscolatura delle gambe come il nuoto (che migliora la circolazione anche grazie al massaggio naturale dell’acqua), il jogging, la bicicletta e il trekking.

Trucchi quotidiani

Meglio rinunciare all’ascensore ed evitare, per brevi spostamenti, la macchina, cercando di camminare di buon passo almeno per 30 minuti ogni giorno. Camminare, infatti, favorisce il mantenimento di un buon ritorno venoso. Si attiva la pompa muscolare che spinge il sangue verso il cuore. Se non hai avuto tempo durante la giornata, cammina “contro la parete” la sera.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Gambe gonfie? Guarda che esercizio fare

Gambe gonfie e pesanti? Segui questi 10 consigli

Hai le gambe gonfie? Prova il mirtillo nero

Stop alle gambe gonfie in gravidanza

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Angiologia
    CONDIVIDI