Menopausa: la carenza di ferro aumenta il rischio osteoporosi

Protegge le ossa e aiuta il sistema immunitario

Per prevenire le fratture serve una dieta equilibrata con il giusto apporto di ferro

Non solo calcio. Anche il ferro gioca un ruolo cruciale nella salute delle ossa: livelli troppo bassi di questo prezioso minerale possono aumentare il rischio di osteoporosi, soprattutto nelle donne over-50 in menopausa. E’ quanto dimostra uno studio cinese pubblicato sulla rivista Nutrition and Dietetics.

La ricerca è stata condotta su quasi 2.000 persone over-40 di entrambi i sessi, valutando le abitudini alimentari, il peso corporeo, l’attività fisica praticata e la densità minerale delle ossa, un parametro utile per valutare la loro solidità.

I risultati hanno rivelato che una donna su tre assumeva una quantità insufficiente di ferro con la dieta (meno di 20 milligrammi al giorno) e questa carenza era associata ad un maggior rischio di osteoporosi.

Altro dato interessante riguarda la potente “alleanza” tra ferro e calcio. Lo studio dimostra infatti che l’assunzione di almeno 20 milligrammi di ferro al giorno rende le ossa ancora più forti nelle donne che consumano quotidianamente 800-1.200 milligrammi di calcio.

Se tutti questi numeri vi hanno fatto girare la testa, non vi preoccupate. Il messaggio chiave è che per tenere d’occhio la salute delle ossa dopo i 50 anni è meglio controllare non solo il calcio, ma anche il ferro. Al bando pasticche e integratori: se ci sarà bisogno, sarà il medico a consigliarveli. La prima arma di prevenzione rimane una dieta sana ed equilibrata, che comprenda non solo latte e latticini ricchi di calcio, ma anche alimenti contenenti ferro, come legumi, spinaci, frutta secca, uova, salmone e carne rossa.

POSSONO INTERESSARTI ANCHE:

L’attività fisica “giusta” contro l’osteoporosi

Osteoporosi: dalla dieta all’esercizio fisico i consigli del Ministero della Salute per combatterla

Menopausa: terapia ormonale sostitutiva, questa sconosciuta

Sesso: menopausa e calo della libido

Menopausa: occhio al girovita, può crescere fino a 5 centimetri

 

Chiedi un consulto di Nutrizione
CONDIVIDI