L’uva è uno scrigno di benessere. Ecco perché

L'uva non solo è buona e dissetante, ma contiene una importante dose di nutrienti e antiossidanti che ci aiutano a stare meglio

Piena di polifenoli

Qualsiasi varietà di uva contiene polifenoli. Si tratta di un composto che dà all’uva, ma anche ad altri vegetali, il colore. Li protegge dalle malattie e dai danni ambientali. Quando li mangiamo, ci aiutano a combattere i radicali liberi, sostanze che accelerano l’invecchiamento cellulare.

Aiuta il cuore

Questa frutta è una preziosa alleata della salute del cuore. I polifenoli contenuti aiutano infatti la prevenzione delle principali malattie cardiovascolari. Oltre a combattere i radicali liberi, l’uva ha effetti antinfiammatori, antiaggreganti e supportano la funzione dell’endotelio, che è il rivestimento interno dei vasi sanguigni, prevenendo anche l’aterosclerosi.

Aiuta la vista

L’uva è più utile ai nostri occhi delle tanto decantate carote. Secondo alcune ricerche dell’Associazione americana che si occupa proprio della salute della vista mangiare regolarmente uva può aiutare a proteggere i danni della retina, come la degenerazione maculare.

Aiuta a rimanere giovani

L’uva contiene il resveratrolo, un potente antiossidante che può aiutare a prevenire le malattie degenerative. Attiva infatti i geni della longevità e aiuta le cellule a sopravvivere. Gli acini contengono anche acido linolenico, un grasso acido fondamentale per la nostra pelle.

Aiuta la memoria

Molte ricerche dimostrano che questa frutta aiuta a ridurre lo stress ossidativo, che accelera l’invecchiamento cellulare. La riduzione di questo stress aiuta il cervello a memorizzare meglio.

Aiuta a prevenire
la sindrome metabolica

Uno studio del ministero della Salute degli Stati Uniti i cibi ricchi di polifenoli, come l’uva, aiutano a contrastare la sindrome metabolica. Per sindrome metabolica si intende una serie di fattori di rischio che includono un punto vita largo, alti trigliceridi, poco colesterolo buono, alta pressione e glicemia alta.

Fornisce la preziosa
vitamina K

L’uva è una buona fonte di vitamina K, che aiuta a disciogliere i grumi che si formano nel sangue. La mancanza di questa vitamina ci mette a rischio emorragie.

Contiene fibre

L’uva fornisce anche un po’ di fibre solubili. Abbassa quindi il colesterolo e i livelli di zuccheri nel sangue, oltre ad aiutare l’intestino.

L’uva passa

L’uva passa è un vero e proprio concentrato di polifenoli, molto più dell’uva fresca. Attenzione però: contiene più zuccheri e più calorie rispetto alla versione fresca, quindi è meglio mangiarne con moderazione.

Come inserirla nella
nostra dieta quotidiana

È molto semplice mangiare uva. Oltre a mangiarla così come si trova in natura, possiamo berne il succo, naturalmente senza zuccheri aggiunti, oppure aggiungerla all’insalata o alla macedonia. In questo caso è meglio utilizzare quella senza semi. Ottima anche se aggiunta all’insalata di pollo o mangiarla come se fosse un gelato dopo aver surgelato gli acini.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Estratto di uva contro il cancro al colon?

L’uva tiene “acceso” il cervello e allontana l’Alzheimer

Per dimagrire uva e frutti di bosco

La frutta disidratata è sempre migliore di quella fresca?

Chiedi un consulto di Nutrizione
CONDIVIDI