Ictus: ecco i cibi giusti per prevenirlo

ictus alimentazione

Agrumi, verdure a foglia, pesce azzurro e olio extravergine d'oliva riducono il rischio del 20%

La prevenzione dell’ictus comincia a tavola: puntando sugli alimenti giusti, come agrumi, mele, pere, verdure a foglia, pesce azzurro e olio extravergine d’oliva, è possibile ridurre il rischio addirittura del 20%.

A ricordarlo è l’Associazione per la lotta all’ictus cerebrale Alice Italia Onlus, che dedicherà il mese di aprile proprio alla prevenzione di questa malattia, con numerose iniziative di sensibilizzazione e informazione che avranno una testimonial d’eccezione: la schermitrice Valentina Vezzali.

Il primo obiettivo di questa campagna è quello di ricordare il ruolo cruciale dell’alimentazione nella lotta all’ictus, che rappresenta ancora la seconda causa di morte a livello mondiale e la terza nei paesi industrializzati.

Consumare in particolare agrumi, mele, pere e verdure a foglia, contribuisce molto alla protezione del nostro cervello: un incremento di circa 200 grammi al giorno, sia di frutta che di verdura, fa diminuire il rischio ictus rispettivamente del 32% e dell’11%.

Un alto consumo di olio extravergine di oliva viene considerato come uno degli elementi che contribuisce maggiormente a proteggere il sistema cardiovascolare: un incremento di 23 grammi al giorno di consumo di olio di oliva riduce il rischio di ictus del 20% e la mortalità dell’11%.

Se da una parte ci sono nutrienti da consumare con moderazione, come sodio, alcol e grassi saturi (che aumentano il rischio vascolare), per altri, invece, è stato evidenziato un effetto protettivo: gli omega-3 del pesce azzurro, le fibre, la vitamina B6 e la B12, così come il calcio e il potassio, diminuiscono il rischio di ictus cerebrale.

Per non sbagliare nella programmazione del vostro menù, ecco 5 preziosi consigli anti-ictus da seguire:

  1. consumare pesce almeno 2 volte alla settimana, soprattutto salmone, pesce spada, pesce azzurro o trota;
  2. ridurre l’apporto di sale a massimo 5 grammi al giorno;
  3. consumare almeno 3 porzioni di frutta e almeno 2 di verdura al giorno;
  4. limitare il consumo di grassi e condimenti di origine animale, preferendo quelli di origine vegetale;
  5. bere non più di 2 bicchieri di vino al giorno.

POSSONO INTERESSARTI ANCHE

Lavarsi i denti aiuta a prevenire l’ictus

Sette note per recuperare dopo l’ictus

Troppe ore al lavoro aumentano del 33% il rischio di ictus

Ictus: stimolare il cervello per “risvegliare” il braccio paralizzato

Chiedi un consulto di Neurologia
CONDIVIDI