Salute

Chirurgia fetale: le nuove frontiere

Interventi sempre più precisi e mininvasivi ridanno speranza alle gravidanze “impossibili”

La nascita di un figlio è sempre vissuta come un piccolo miracolo, ma in certi casi lo è ancora di più. Parliamo di quelle gravidanze apparentemente impossibili da portare a termine, dove la sopravvivenza del feto è messa a repentaglio da malformazioni e patologie che spesso inducono i genitori a intraprendere la dolorosa strada dell’aborto.

In molti casi, però, l’alternativa esiste e si chiama chirurgia fetale: grazie a tecniche di intervento sempre più mirate e mininvasive, consente di operare i feti ancora nel grembo materno, aumentandone le chance di sopravvivenza.

Gruppo San Donato

Un esempio è quello dell’ernia diaframmatica, una malformazione congenita della membrana tra addome e torace che provoca la risalita di organi come lo stomaco e il fegato, andando a compromettere la funzionalità dei polmoni.
Ogni anno sono circa 160 i casi che si verificano in Italia, non tutti gravi ma molti operabili: l’unico centro in grado di farlo si trova alla clinica Mangiagalli della Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano, dove è attivo 24 ore su 24 un team multidisciplinare di esperti sempre pronti ad entrare in azione. Nel loro bilancio annuale, anche una cinquantina di interventi su gravidanze gemellari monocoriali in cui i feti, uniti dalla stessa placenta, sono messi in pericolo da uno squilibrio della circolazione sanguigna che li nutre.

La speranza per molte future mamme è a portata di click: basta infatti scaricare una app gratuita sul proprio smartphone per entrare in contatto in tempo reale con gli esperti della clinica Mangiagalli.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Carenza di ferro in gravidanza: quali sono i rischi

Gruppo San Donato

Il feto nella pancia della mamma reagisce alla musica, e canta e balla

Gravidanza: fare ginnastica è un vero toccasana

Gravidanza a rischio: le nausee hanno un effetto protettivo?

Un mini-pacemaker per il feto: così il cuore si cura nell’utero

Gruppo San Donato

Correlati

Back to top button
Gruppo San Donato