Osteopatia e chiropratica sono finalmente due professioni sanitarie

Il riconoscimento di queste due pratiche era atteso da tempo. Ora si passerà alla definizione delle competenze specifiche di ogni professionista

Osteopatiachiropratica sono da oggi professioni sanitarie a pieno titolo. «Una grande soddisfazione» commenta Paola Sciomachen, presidente del Registro degli Osteopati di Italia, dopo l’approvazione del decreto di legge sulla Riforma degli Ordini e le Sperimentazioni Cliniche che finalmente ha dato un riconoscimento ufficiale a queste due pratiche all’interno del Sistema sanitario nazionale.

Definizione del professionista

«Dopo aver festeggiato, ci metteremo al lavoro per il prossimo step, ovvero per definire le competenze professionali dell’osteopata, un passaggio fondamentale per delineare i confini e gli ambiti della professione all’interno del Sistema Sanitario Nazionale, e la sua formazione. In tutti questi anni la categoria è cresciuta molto e il suo riconoscimento è un grande passo avanti, anche e soprattutto per la tutela e la salute del paziente» continua la presidente. «L’accessibilità per i cittadini migliorerà e grazie all’istituzione di un albo i pazienti potranno orientarsi nella ricerca del professionista». Cosa che fino ad oggi si faceva affidandosi al ROI, un registro a cui sono iscritti gli osteopati con competenze ritenute sufficienti e necessarie  dall’associazione per poter svolgere l’attività. Ora queste competenze dovranno essere stilate ufficialmente.

Cos’è l’osteopatia

«Questo riconoscimento – conclude la Sciomachen – è l’occasione per definire le nostre competenze e differenziarci dagli altri professionisti sanitari, come i fisioterapisti». L’osteopatia si occupa di molte problematiche disfunzionali, lavora sul dolore cronico e opera in modo integrato con i medici e i fisioterapisti. Si occupa di tutti quei problemi disfunzionali che si manifestano attraverso il dolore o la riduzione di mobilità che può sottendere a qualsiasi altra cosa. L’osteopata ricerca la “disfunzione somatica” e attraverso una manipolazione specifica e personalizzata l’osteopata rimuove questa disfunzione, che potrebbe essere in un luogo o in un sistema diverso da quello in cui si manifesta il sintomo.

Dopo le feste

Il ROI, terminata la pausa natalizia, riprenderà subito i lavori per riaprire il ROI con le ROI coinvolte nelROI della professione sanitaria.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Osteopatia: cos’è, a cosa serve, come funziona

Curare la voce con l’osteopatia

Fisioterapia: come individuare i professionisti e quando ci serve

Cervicale: 4 esercizi per eliminare il dolore

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto
    CONDIVIDI