Cos’è la maculopatia?

Carico il video...

L'esperto di OK, Edoardo Ligabue, spiega quali funzioni ha la macula e quali sono le malattie che possono colpirla

La visita oculistica è fondamentale per monitorare la salute dei nostri occhi, prevenendo, individuando o tenendo sotto controllo disturbi e patologie oculari sin dalla giovane età. Tra le malattie che l’oculista può riscontrare durante un esame di controllo c’è la maculopatia, che colpisce la macula in maniera invalidante.

Cos’è la macula

La macula è una piccola zona della retina, posta in una posizione centrale e vicino alla papilla ottica (cioè l’origine nel nervo ottico). Al centro della macula c’è la fovea, cioè una lieve depressione che accoglie la foveola, una parte ancor più sottile in cui sono presenti dei coni. Questi ultimi non sono altro che dei fotorecettori, in grado di trasformare i segnali luminosi in impulsi elettrici e di percepire i colori.

A cosa serve

La macula è quella regione della retina in cui si forma l’immagine di un oggetto che stiamo fissando e controlla la capacità di discriminazione della visione. Grazie ad essa, infatti, possiamo vedere bene, distintamente e in modo dettagliato tutto ciò che ci circonda. È importante per lo svolgimento di attività quotidiane imprescindibili, come la scrittura, la lettura, la guida di un veicolo e il riconoscimento dei volti. Tuttavia, la regione maculare può essere soggetta a una degenerazione e andare incontro a vere e proprie patologie.

La parola allo specialista

Edoardo Ligabue (puoi chiedergli un consulto qui), coordinatore dei servizi oculistici del Centro Diagnostico Italiano (CDI) di Milano, spiega cos’è la maculopatia e da quali tipologie è caratterizzata.

Chiara Caretoni

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Visita oculistica: come si svolge e quali esami vengono fatti

La cannabis può “stordire” la retina alterando la vista

I difetti della vista si prevengono da bambini

La sindrome dell’occhio secco: cause, sintomi e cure

 

Chiedi un consulto di Oculistica
CONDIVIDI