Allarme per una “nuova” malattia a trasmissione sessuale

Si chiama Mycoplasma Genitalium, spesso è asintomatico, ma può causare la malattia infiammatoria pelvica, che tra le altre cose può portare all'infertilità. Sempre più importante fare test del sangue periodici

Allarme per il diffondersi di una malattia sessualmente trasmissibile poco conosciuta, che tra l’altro non ha sintomi. Scoperta negli 80 in Gran Bretagna, colpisce ormai il 2% dell’intera popolazione.

Potrebbe trasformarsi in un nuovo super batterio 

Ma c’è di più. Se non si affronta la terapia giusta, può sviluppare resistenza agli antibiotici. Il rischio è quello che possa trasformarsi in un nuovo super batterio, quelli che a partire dal 2050 potrebbero uccidere nel mondo una persona ogni tre secondi.

Cos’è il Mycoplasma genitalium

Si tratta di un batterio che generalmente causa l’infiammazione dell’uretra negli uomini, causando perdite e rendendo doloroso urinare.

Nelle donne provoca infiammazione agli organi riproduttivi, causando dolore e a volte anche febbre e perdite di sangue. La conseguenza più importante è la malattia infiammatoria pelvica.

Il contagio avviene attraverso rapporti sessuali non protetti con una persona infetta.

Spesso non ha sintomi e viene scambiata per la Clamidia.

Diagnosi

Recentemente sono stati messi a punto dei test specifici per scoprire chi abbia il Mycoplasma genitalium, anche se non sono ancora a disposizione di tutti i centri ospedalieri.

Terapia

Generalmente la terapia è antibiotica, ma l’infezione sta sviluppando resistenza ai farmaci. Comunque sembra funzionare ancora bene l’azitromicina.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Un uomo inglese ha contratto la peggior gonorrea di sempre

Aids, via libera in Europa all’uso di un farmaco preventivo

HIV: scoperta la “tana” del virus, successo tutto italiano

Gonorrea: per la prima volta un vaccino risponde

Chiedi un consulto di Infettivologia