causticazione nasale

    intervento al quale si ricorre in caso di emorragia nasale (epistassi) ricorrente. Se l’emorragia è causata dalla rottura di un piccolo vaso arterioso, si effettua una diatermocoagulazione, mediante ansa galvanica a punta smussata o a bottoncino; quando l’emorragia proviene da un fine reticolo venoso, si ricorre alla causticazione chimica, mediante acido tricloroacetico o nitrato d’argento.

    CONDIVIDI