Vaccini e scuola: ultime ore per mettersi in regola

Vaccini e scuola

Scade oggi il termine per la presentazione della documentazione vaccinale per chi frequenta le scuole scuole dell'obbligo, quindi elementari, le medie e il biennio delle superiori

Entro oggi occorre dichiarare se sono stati fatti i dieci vaccini obbligatori per l’anno scolastico 2017/2018 oppure, se in attesa di effettuare la vaccinazione, presentare copia della prenotazione dell’appuntamento all’Asl. Sempre entro oggi deve essere presentata anche la documentazione per l’omissione, il differimento e l’immunizzazione da malattia.

Autocertificazione

Chi ha scelto la strada dell’autocertificazione avrà tempo fino al 10 marzo 2018 per presentare a scuola i documenti originali dei vaccini sostenuti, rilasciati dalla Asl. È valida anche la copia del libretto vaccinale, che però dev’essere vidimato sempre dalla Asl.

Per l’anno scolastico 2017/2018 è infatti sufficiente presentare l’autocertificazione per dimostrare di aver richiesto alla Asl di effettuare le vaccinazioni non ancora somministrate, in alternativa alla presentazione della copia della formale richiesta di vaccinazione.

Il ruolo dei dirigenti scolastici

Entro il 10 novembre i dirigenti scolastici dovranno consegnare alle Asl, l’elenco degli studenti non in regola. I bambini di asilo e nido senza vaccinazione verranno esclusi. Gli scolari degli altri gradi potranno continuare a frequentare. In entrambi i casi i genitori saranno invitati dalla Asl a regolarizzare la loro posizione. La multa, in caso contrario andranno da 100 a 500 euro, in base alla gravità dell’infrazione.

Riepilogando

Per quanto riguarda i documenti, la circolare del ministero ricorda che è possibile fornire alle scuole:
idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste dalla legge in base all’età;
– idonea documentazione comprovante l’avvenuta immunizzazione a seguito di una malattia naturale;
– idonea documentazione sanitaria comprovante la sussistenza dei requisiti per l’omissione o il differimento delle vaccinazioni;
copia della formale richiesta di vaccinazione alla asl territorialmente competente(con riguardo alle vaccinazioni obbligatorie non ancora effettuate) secondo le modalità indicate dalla stessa asl per la prenotazione.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Vaccinazioni e scuola: arriva il via libera definitivo. Ecco cosa cambia

Vaccini: guarda tutti i falsi miti

In mezzo milione devono vaccinarsi

Calo dei vaccini: primo caso di difterite in Italia

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto
    CONDIVIDI