Malattie reumatiche: una mostra fotografica per raccontare il dolore ma anche la speranza nel futuro

«Malattie senza dignità» è il titolo della mostra fotografica itinerante che racconta il vissuto di chi soffre di patologie reumatiche

 

Si sentono isolati, incompresi e non riconosciuti i malati reumatici italiani, che spesso si trovano da soli ad affrontare patologie molto dolorose. Serve più attenzione per queste persone e per le malattie reumatiche di cui soffrono ed è questo l’obiettivo della mostra fotografica «Malattie senza dignità» organizzata dal Croi, il Collegio dei reumatologi ospedalieri e territoriali italiani e dall’A.N.Ma.R., l’Associazione Nazionale dei Malati Reumatici, e di cui vi proponiamo alcune immagini.

Inaugurata il 10 giugno a Roma, al Senato della Repubblica, in concomitanza con il congresso Europeo di reumatologia, è in realtà una mostra itinerante: sarà a Cagliari il 19 giugno, per poi seguire nel corso del 2015 e del 2016 le tappe dei corsi e dei convegni del CROI. Attraverso 50 pannelli fotografici realizzati da Roberto Murgia, reumatologo e fotoblogger, la mostra racconta i disagi e le sofferenze di chi è stato colpito da alcune tra le 150 patologie reumatiche, spesso confuse con le inevitabili conseguenze dell’età che avanza. In realtà questo gruppo di malattie, fortemente limitanti della libertà di movimento e dell’autonomia delle persone, colpisce diverse fasce di età, soprattutto i giovani adulti di sesso femminile, comportando disabilità, ricoveri, lunghissime cure e costi sociali molto alti.

«Con questa iniziativa vogliamo portare l’attenzione della pubblica opinione sui tanti malati reumatici che spesso sono condannati all’isolamento e alla sofferenza» – dichiara Stefano Stisi, presidente del Collegio dei reumatologi ospedalieri e territoriali italiani. «Anziché parlare di scienza e dell’avanzamento delle cure, oggi sempre più efficaci, abbiamo voluto puntare sugli aspetti più personali. Per riflettere insieme e per poi passare all’azione, ciascuno nel suo ambito, per far si che queste persone abbiamo una vita sempre più attiva ed escano dall’isolamento».

«Queste fotografie, alcune offerte da amici fotografi, raccontano la vita quotidiana di chi soffre di una malattia reumatica» ha dichiarato Roberto Murgia. «Spesso ho usato l’arma della metafora, per raccontare attraverso oggetti della vita quotidiana gli stati d’animo, i pensieri, le emozioni. Le fotografie poi sono accompagnate da frasi prese da opere d’arte, più o meno note, cercando di creare un percorso, un racconto. Tecnicamente, le fotografie sono tutte quadrate e realizzate con l’iPhone utilizzando il programma Instagram, di cui sono appassionato. Questo programma consente di giocare con le luci e con gli effetti, per creare scenari surreali e, a mio parere, più poetici».

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Reumatologia
    CONDIVIDI