28 maggio 2016 – L’acqua e limone serve contro i calcoli renali?

Bere acqua e limone serve contro i calcoli renali?

Quando il corpo è disidratato, per il caldo estivo o per la sudorazione eccessiva di un allenamento intenso, cresce il rischio che le urine precipitino

E’ un consiglio che arriva dalla saggezza popolare: bere un bicchiere d’acqua con qualche goccia di limone o pompelmo scioglie i calcoli. Ma è davvero così? «E’ d’aiuto solo se si soffre di calcoli di ossalato di calcio», puntualizza Franco Gaboardi, primario dell’Unità di Urologia dell’ospedale San Raffaele di Milano. «L’importante è bere: con un’adeguata idratazione, bevendo almeno due litri di acqua al giorno, si dimezza il rischio che i calcoli si riformino». Attenzione anche a cosa si porta in tavola: è bene limitare il consumo di alcuni alimenti come quelli iperproteici o ricchi di acido urico, ossalato e fosfati tra cui frutta secca, succhi di frutta, te, caffè, cioccolato e bibite gassate. In generale, la dieta mediterranea, assicurano gli urologi, è ancora la migliore strategia di prevenzione della litiasi renale a tavola.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

La sindrome metabolica può essere causa di calcoli renali

Calcoli renali: le tecniche mininvasive per eliminarli

Giornata dell’Acqua: i 10 segnali che non bevi abbastanza

Il tuo neonato beve abbastanza con il caldo? Scoprilo dal pannolino

Distratti al volante se si beve poca acqua

Chiedi un consulto di Urologia