Web Analytics

La conduttrice televisiva, che ha fondato il blog RunFedeRun, è la madrina del Walking Day di Milano. Ecco cosa ha raccontato ai microfoni di OK Salute

«Una ventina d’anni fa mi sono scoperto iperteso. Ansioso di natura, quando sono immerso nel lavoro non posso fare a meno dei farmaci. Appena mi rilasso le cose vanno meglio»

«Un paio d’anni fa ho deciso di seguire un regime iperproteico senza consultare uno specialista. All’inizio tutto bene, ma in pochi mesi il mio corpo si è ribellato. Ho reintrodotto i carboidrati e ora mi sento in forma»

«A sette anni ho iniziato ad avere difficoltà. Dopo la scuola, mentre i compagni si divertivano, io mi esercitavo a parlare chiaramente nello studio di una specialista. Il mio lavoro di attrice mi ha aiutata, ma il problema non si è risolto del tutto»

«Ho iniziato a nuotare a quattro anni, poi la grande passione per il calcio. Ancora oggi gioco a tennis e faccio cavalcate nella natura, che mi rigenerano meglio di una spa»

«Dopo la prima gravidanza sono comparsi piccoli melasmi sulla fronte e sotto l’occhio. Ho dovuto attendere la fine dell’allattamento della terza figlia per fare un peeling e correggere i difetti»

«L’endometriosi mi impediva di fare certi movimenti. Con un intervento e la ginnastica per il pavimento pelvico ho risolto i miei problemi»

«Ho trascorso 40 giorni in ospedale attaccato alle bombole di ossigeno prima che i medici trovassero il farmaco efficace. Ne sono uscito più forte»

«Non ho mai seguito diete in vita mia. Però, quando ho provato un regime che non richiedeva sacrifici, ma solo un controllo delle porzioni unite all’attività fisica, i risultati sono arrivati nel giro di tre mesi»

«Una lesione al legamento crociato dopo una caduta sugli sci. Con un mese di esercizi a casa e anni di palestra mi sono ristabilito completamente»

«Anni fa lo stress mi aveva provocato attacchi di panico. Ora faccio i conti con una tendenza all’ipocondria. Mi rivolgo agli psicologi e sto meglio»

«In casa niente dev’essere fuori posto: se ho ospiti a cena inizio a rassettare mentre sono ancora seduti a tavola»

«Nel periodo più buio della mia vita ho iniziato ad avere il terrore di salire sugli aerei. Poi la svolta, con un viaggio a Dubai insieme a lui»

«Il segreto della mia forma è facile: a tavola, di tutto un po’, senza esagerare. E anche un dolce si può smaltire con il walking»

A scuola pensavano che non mi applicassi e i miei compagni mi prendevano in giro perché leggevo aiutandomi con il dito. La recitazione mi ha aiutata

«Da ragazza una sera che i miei genitori erano fuori ho vissuto un’esperienza da film dell’orrore. Da allora, dopo il tramonto non esco più da sola»