Cosa fare con i prodotti solari avanzati dall’estate?

Dalla crema protettiva al fondotinta scuro, come possiamo riciclari i cosmetici che abbiamo acquistato per i mesi estivi?

Addio estate

Anche se ormai se ne sta andando, molte di noi si attaccano a tutto pur di mantenere vivo il ricordo delle vacanze: foto, souvenir, e perfino creme solari. Svuotando le valigie le abbiamo tirate fuori dal beauty ancora mezze piene e le abbiamo riposte nell’armadietto, nel caso in cui possano servire ancora. Ma è possibile riciclare i prodotti solari avanzati dall’estate o rischiamo di mettere in pericolo la nostra pelle?

Come riutilizzare le creme solari

Possiamo riutilizzare le creme solari? Sì, ma con intelligenza. Questi prodotti che abbiamo portato con noi in viaggio e sotto l’ombrellone hanno subìto diversi shock termici e quindi possono aver perduto parte della loro capacità fotoprotettiva. Dunque possiamo continuare ad usarli per finire la confezione, ma solo per proteggerci in caso di esposizione solare non intensa: ad esempio, in città su mani e viso, in modo da prevenire la formazione delle macchie.

Cosa farne un anno dopo

Teoricamente, se conservati bene, i prodotti solari possono arrivare anche alla prossima estate, ma sarebbe meglio evitare, perché nel giro di un anno perdono quasi tutto il loro potere protettivo. Di certo non dobbiamo assolutamente usarli quando siamo pallidi e ci esponiamo per la prima volta al sole: al massimo possiamo usarli più avanti, quando lo scudo protettivo della melanina si è già sviluppato.

Attenzione al PAO

Innanzitutto bisogna fare attenzione all’etichetta dove è riportato il PAO, cioè il periodo in cui il prodotto può essere usato dopo l’apertura della confezione. Questa indicazione, però, vale per i prodotti che sono stati sempre conservati perfettamente al fresco: se abbiamo portato il solare con noi fin sotto l’ombrellone o nel bagagliaio infuocato dell’auto, il discorso cambia. Oltre al PAO è meglio valutare bene la crema per verificare se è andata incontro ad alterazioni organolettiche, cioè se ha cambiato colore, odore o consistenza.

Cosa fare delle creme doposole

Possiamo usarle senza problemi tutto l’anno, anzi generalmente sono molto efficaci perché donano un’idratazione profonda e hanno un effetto lenitivo che contrasta i radicali liberi: questo va benissimo al rientro dalle vacanze, quando la pelle è un po’ secca e disidratata, ma anche nel resto dell’anno.

Cosa fare dei prodotti per capelli

Possiamo tenerli da parte per l’anno prossimo, perché anche se perdono un po’ del loro potere fotoprotettivo non possono causare gravi problemi: i capelli non rischiano le scottature come la pelle. La cosa importante è annusare l’olio in modo da verificare se si è alterato: se è rancido, bisogna buttarlo subito.

E del fondotinta

Se conservato bene, dovrebbe arrivare alla prossima estate. Se è fluido o in emulsione, possiamo “tagliarlo” con fondotinta più chiari della stessa marca e usarlo mano mano che il nostro viso perde l’abbronzatura: è un modo divertente per non sprecare prodotto.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Niente più sole? Il mallo di noce scurisce la pelle

Abbronzatura: è vero che la ceretta la elimina più velocemente?

Ecco 9 modi per mantenere vivo lo spirito delle vacanze

Macchie solari? Ecco come farle sparire

Chiedi un consulto