Allattamento: quali sono le posizioni migliori?

Carico il video...

Dopo il parto, allattare è una delle prime cosa che fa una mamma. La neonatologa Suzanne Veehof elenca i modi più comodi e corretti per farlo

Una delle prime cose che viene insegnata a una mamma subito dopo il parto è come allattare il proprio bambino. Anche se gran parte dei gesti vengono per istintoallattare può rivelarsi inizialmente un’esperienza difficile. Come spiega nella videointervista Suzanne Veehof, neonatologa pediatra di Humanitas San Pio X, durante l’allattamento è importante scegliere la posizione più confortevole per la mamma e per il proprio neonato. Alcune donne preferiscono stare a letto, altre in poltrona, altre ancora, specie dopo un taglio cesareo, preferiscono allattare sdraiate.

L’importanza dell’allattamento al seno

In occasione della Settimana Mondiale per l’Allattamento Materno, che va dal 1 al 7 ottobre 2017, si sottolinea ulteriormente l’importanza del latte della mamma, che «rappresenta la migliore alimentazione possibile per il neonato», come ha dichiarato Mauro Stronati, presidente della Società Italiana di Neonatologia (SIN). I vantaggi del latte materno, da tempo noti per il bimbo che nasce a termine, sono ormai certi anche per il neonato pretermine, che ne beneficia in maniera speciale, soprattutto per la ridotta incidenza di gravi patologie quali sepsi, meningite, enterocolite necrotizzante e per il miglioramento dello sviluppo cognitivo. In questo articolo puoi scoprire cosa contiene il latte materno e quali sono tutti i suoi benefici, per la mamma e il bambino.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Gli zuccheri del latte materno hanno forti proprietà antibatteriche

Allattamento al seno: i 10 consigli pratici dei neonatologi

Gli omega-3 del latte materno proteggono dal diabete

Allattamento seno: se dura 9 mesi riduce rischio tumore utero

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Ginecologia
    CONDIVIDI