Sesso in menopausa: se dormi bene ti piace di più

Sesso in menopausa

Le donne che soffrono di disturbi del sonno sono meno soddisfatte delle performance sotto le lenzuola

I disturbi del sonno tipici della menopausa possono interferire con la vita sessuale: le donne che dormono male sono infatti più insoddisfatte delle performance sotto le lenzuola. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista Menopause dagli esperti della Società nordamericana della menopausa (NAMS).

Il letto come campo di battaglia

Con gli sbalzi ormonali legati alla fine dell’età fertile, molte donne si trovano a passare ore e ore a fissare il soffitto della camera da letto: difficoltà ad addormentarsi, frequenti risvegli notturni, sonno leggero e poco riposante sono una croce quotidiana.

Finora gli studi scientifici avevano dimostrato che questi disturbi possono causare diversi problemi di salute, come depressione, ipertensione e malattie cardiovascolari. Grazie a questa nuova ricerca, invece, i riflettori si accendono finalmente anche su uno degli aspetti più problematici della menopausa, di cui però si parla ancora poco: la sessualità.

Lo studio

Per scoprire il legame tra sonno e sesso in menopausa, i ricercatori hanno preso in esame quasi 94mila signore tra i 50 e i 79 anni, arruolate nel grande “Women’s Health Observational Study”. Dai dati emerge che tre donne su dieci soffrono di insonnia. Il 52% del campione riferisce di aver avuto attività sessuale nell’ultimo anno, mentre il 56% dichiara di essere abbastanza o molto soddisfatta della sua attuale attività sessuale.

I risultati

Rielaborando i dati ed eliminando eventuali fattori confondenti (ad esempio la presenza di altre cause di insonnia, come depressione e malattie croniche), i ricercatori hanno scoperto che le signore meno soddisfatte sotto le lenzuola sono quelle che dormono meno di 7-8 ore per notte.

Questa relazione, tuttavia, varia a seconda della fascia di età: le donne più mature che dormono meno di 7-8 ore risultano essere comunque meno attive sotto le lenzuola rispetto a quelle un po’ più giovani. Le signore over 70 che dormono meno di cinque ore per notte, ad esempio, hanno il 30% di possibilità in meno di essere sessualmente attive rispetto a quelle che dormono per le classiche 7-8 ore. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che i disturbi del sonno aumentano progressivamente con l’età.

I rimedi

«E’ importante che le donne e i medici riconoscano il legame tra i sintomi della menopausa e i disturbi del sonno con i loro effetti sulla soddisfazione sessuale», spiega Joann Pinkerton, direttore esecutivo della NAMS. «Ci sono opzioni terapeutiche efficaci che possono aiutare contro i disturbi del sonno e il calo della soddisfazione sessuale, inclusa la terapia ormonale, che in questo studio si è dimostrata utile nelle donne sintomatiche».

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Sesso: menopausa e calo della libido

Sesso in menopausa: contano di più le emozioni che gli ormoni

Menopausa: perché il seno può aumentare?

Perdite di pipì in menopausa: è normale?

La menopausa accorcia il fiato

Chiedi un consulto di Menopausa
CONDIVIDI