Memoria breve: scosse elettriche indolori la potenziano

Memoria breve

Una stimolazione superficiale di alcune aree del cervello sono in grado di sincronizzare le onde cerebrali, aumentando le nostre capacità di memorizzare

Una stimolazione elettrica, indolore e non invasiva può migliorare rapidamente la memoria a breve termine. È questo il risultato di un esperimento condotto a Londra dallo University College e dall’Imperial College.

Cos’è la memoria a breve termine

La memoria a breve termine, chiamata anche memoria primaria o attiva, è quella che ci consente di ricordare poche informazioni per una ventina di secondi circa. È fondamentale non solo quando dobbiamo appuntare un nome o un numero di telefono, ma anche per fare calcoli a mente o prendere decisioni.

Perché è efficace

La corrente stimola il cervello e sincronizza le onde cerebrali di aree del sistema nervoso implicate proprio nelle funzioni di memoria.

Come funziona

Si applicano sulla testa alcuni elettrodi, del tutto simili a quelli dell’elettrocardiogramma. I ricercatori inglesi hanno sottoposto a questa stimolazione un piccolo gruppo di volontari. Successivamente i partecipanti hanno dovuto svolgere alcuni classici test per la valutazione delle loro abilità mnemoniche.

I risultati della ricerca

L’équipe ha scoperto che quando la stimolazione – diretta a aree cruciali per la memoria come il giro frontale mediano e il lobulo parietale inferiore – riesce a sincronizzare l’attività delle aree neurali bersaglio, queste funzionano meglio e i volontari mostrano un aumento sostanziale della memoria a breve termine. Viceversa se la stimolazione rende asincrono il flusso di onde cerebrali emesso da queste due zone, la memoria ne viene influenzata negativamente.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Ecco come raddoppiare la memoria in 40 giorni

Vuoi potenziare la memoria? Dormi ascoltando il suono delle cascate

Chi ha più memoria? Le donne, ma solo fino alla menopausa

Ecco perché correre migliora la memoria

Chiedi un consulto di Neurologia
CONDIVIDI