Rilassamento muscolare

Pelle cascante delle braccia: tre tecniche

Radiofrequenza, carbossiterapia e brachioplastica: rimedi più o meno invasivi per eliminare le cosiddette tendine

Radiofrequenza, carbossiterapia e brachioplastica: rimedi più o meno invasivi per eliminare le cosiddette tendine
Fumetto di Oliviero.
Fumetto di Oliviero.

Vengono chiamate bandiere, o tendine, perché penzolano dalla parte interna delle braccia, come fossero lembi di stoffa. «Il termine scientifico è invece ptosi cutanea e indica il rilassamento del tono muscolare, con eventuale accumulo adiposo, che provoca l'effetto pelle cascante», dice Carlo D' Aniello, ordinario di chirurgia plastica e direttore della scuola di chirurgia plastica e ricostruttiva dell' Università di Siena.
Si può rimediare con un'adeguata attività fisica. Se però il problema si è già manifestato, un ritocchino può aiutare. Ecco tre tecniche, più o meno invasive, per eliminare la pelle flaccida dalle braccia.

CONTINUA A LEGGERE

Radiofrequenza. «Si utilizza un apparecchio che produce onde radio in grado di creare calore e di trasmetterlo al sottocute, ma non alla superficie della pelle, che viene continuamente raffreddata», spiega D'Aniello. «Questo riscaldamento spinge le fibre di collagene a contrarsi e a ricompattarsi, dando alla pelle maggiore elasticità e spessore».
• La radiofrequenza richiede l'anestesia locale.
• Costa circa 200 euro a seduta.
• Di solito il problema si risolve con sei applicazioni».

CONTINUA A LEGGERE

Carbossiterapia. «Consiste nell'impiego di anidride carbonica allo stato gassoso per via sottocutanea», spiega il chirurgo plastico D'Aniello. «Il medico inietta con aghi sottilissimi il gas, che provoca un aumento del flusso sanguigno e del metabolismo cutaneo, migliora l'ossigenazione dei tessuti e favorisce la degradazione degli acidi grassi».
• Il trattamento non prevede anestesia.
• Si ottengono buoni risultati con otto sedute della durata di circa 20 minuti l'una.
• Il costo per seduta varia da 80 a 120 euro.

CONTINUA A LEGGERE

Brachioplastica. «Questa sorta di lifting consiste nel rimuovere il tessuto in eccesso attraverso delle incisioni che corrono lungo la parte interna delle braccia», spiega il chirurgo plastico D'Aniello. «Come tutte le operazioni chirurgiche non è priva di rischi e va affrontata affidandosi a chirurghi esperti che operino in strutture attrezzate».
• Richiede l'anestesia locale e un periodo di riposo. Dopo cinque giorni vengono tolti i punti di sutura e dopo una settimana le medicazioni.
• È possibile che le cicatrici restino visibili, in particolare quando le braccia non sono distese lungo il corpo.
• La brachioplastica costa in media 5mila euro.
Susanna Bocconi - OK La salute prima di tutto

Ultimo aggiornamento: 24 novembre 2009

Chiedi un consulto ai chirurghi plastici di OK.