Dermatologia

Come cancellare le macchie solari

Peeling, laser e creme sono i rimedi efficaci contro i melasmi provocati dall’esposizione ai raggi Uv

Peeling, laser e creme sono i rimedi efficaci contro i melasmi provocati dall’esposizione ai raggi Uv
Fumetto di Oliviero.
Fumetto di Oliviero.

Brutta sorpresa al rientro dal mare. Allo specchio fanno capolino alcune ombre brune sulla fronte, ai lati del naso o sul labbro superiore. Se avete esagerato con il sole, e senza la protezione adeguata, non c'è dubbio: quelle comparse sul viso sono macchie solari di melasma, o cloasma che dir si voglia, dovute a ipermelanosi, cioè una concentrazione eccessiva di melanina (il pigmento che dà l'abbronzatura) in una zona della pelle.
«Il loro sviluppo è infuenzato dagli estrogeni, gli ormoni sessuali femminili che aumentano in caso di gravidanza, con l'uso della pillola contraccettiva o in presenza di alcune patologie specifiche», dice Vincenzo Bettoli, responsabile del Centro per lo studio e la terapia dell'acne della Clinica dermatologica universitaria di Ferrara .

Cure fino in primavera
Man mano che la tintarella perde brillantezza, le macchie potrebbero risultare meno evidenti e sarà più facile coprirle col trucco, ma non se ne andranno da sole. Perché il colorito della pelle torni a essere omogeneo, è meglio seguire un trattamento consigliato dal dermatologo a seconda del tipo di cute e dell'estensione delle macchie.
Ma ricordate: «Nella zona trattata la pelle diventerà più sensibile e, una volta corretto il danno, l'anno prossimo bisognerà essere più attenti quando ci si espone ai raggi, proteggendo la parte che si era macchiata con creme a filtro solare molto alto (50+ spf)», dice Bettoli.

Continua a leggere i rimedi contro le macchie solari

Ecco le terapie più efficaci: bisogna cominciarle in autunno e proseguire per tutto l'inverno. Per aumentare il successo della cura è meglio interrompere l'assunzione della pillola anticoncezionale.
CREME DEPIGMENTANTI. Quelle più efficaci sono a base di idrochinone, una sostanza schiarente che ha dimostrato in molti studi clinici ottimi risultati. Il dermatologo prescriverà una preparazione galenica da far confezionare al farmacista con una concentrazione di principio attivo che varia dal 2 al 4%. All'idrochinone si possono aggiungere, sempre in percentuali variabili i retinoidi topici. In alternativa, si possono usare creme a base di acido cogico e vitamina C.
Durata: la crema si mette la sera sulle macchie, in genere da settembre a maggio, avendo cura di non debordare per non schiarire la cute integra.
Effetti collaterali: dopo le prime applicazioni può comparire una leggera irritazione della parte trattata.
Avvertenze: non esporsi al sole o a lampade abbronzanti durante la terapia.

PEELING. È un trattamento esfoliante a base di acido tricloracetico a bassa concentrazione che fa il dermatologo in ambulatorio.
Durata: da una a tre sedute.
Costo: 150-400 euro circa a seduta, a seconda della zona da trattare.
Effetti collaterali: durante il trattamento si può avvertire una sensazione di bruciore. Possono comparire delle piccole ustioni che spariscono in pochi giorni. Se non viene fatto da un dermatologo esperto è possibile che l'acido tricloracetico provochi un'accentuazione delle macchie.
Avvertenze: il peeling non si può fare su cute infiammata. Non esporsi al sole o a lampade per tutta la durata del trattamento.

LASER. Si usano i tipi nd yag, alessandrite o erbium, che hanno lunghezze d'onda specifiche per colpire la melanina. Si esegue in ambulatorio dal dermatologo.
Durata: da due a quattro sedute, a distanza di un mese-due l'una dall'altra.
Costo: 200-400 euro a seduta a seconda del laser impiegato e dell'estensione della macchia.
Effetti collaterali: la zona trattata può arrossarsi e gonfiarsi, ma l'effetto scompare nel giro di 24 ore.
Avvertenze: il laser non si può usare su cute infiammata. Non assumere farmaci che aumentino la sensibilità della pelle alla luce (come alcuni antibiotici e antivirali). Non esporsi al sole o a lampade per tutta la durata del trattamento.
Giulia Lazzerini - OK La salute prima di tutto

Ultimo aggiornamento: 14 ottobre 2009


Chiedi un consulto ai dermatologi di OK