Disabili: incontrarsi e amarsi su Internet

Non sono mai stato un fautore del web dating, della possibilità cioè di cercare l'anima gemella in Internet. Anche se ci sono stati numerosi casi in cui è scoppiato il vero amore, fatico a credere che il colpo di fulmine possa scoccare attraverso il web. Per questo mi lascia perplesso l'iniziativa di siti riservati agli incontri con malati e disabili. Prendiamo per esempio Dating 4 disable, uno dei tanti portali che permette di incontrare e chattare con portatori e portatrici di handicap in cerca di amici e chissà un compagno per la vita. Affetti e amore, spesso, a chi soffre di una malattia, sono preclusi. Difficile avvicinare i "normali", difficile convincerli che è possibile vivere un'esistenza normale anche accanto a una persona malata, difficile poi condurre la propria vita di coppia. L'handicap ritorna nella quotidianità, nell'intimità, in ogni decisione della famiglia. Sembra un corvaccio nero che gioca a nascondino, ma che puntualmente riappare nel momento meno opportuno. Ma poi rifletto e mi chiedo se invece non sia giusto lanciare nel mare del web una bottiglia con un sos nella speranza che qualcuno la raccolga. Tra le milioni di persone che surfano ci sarà pure qualcuno che non guarda solo alle apparenze... Chi porta con sè un dolore, coloro che sono feriti nel corpo e spesso nell'anima, spesso ha maturato una ricchezza interiore che arricchisce chi si avvicina, anche solo per pochi attimi. Dico spesso perché esiste nell'animo di chi soffre una rabbia più o meno latente. La rabbia di chi si chiede perché proprio a me, la rabbia di chi talvolta non può fare nulla per cambiare il mondo che lo circonda.Le due facce della medaglia, lo Yin e lo yan che in una corse senza fine si rincorrono. Ma forse anche il dating tra disabili è una corsa alla normalità, un desiderio di fare come fanno tutti. I normodotati usano il web per incontrare l'amore di tutta una vita, o, siamo sincere, una storia per arricchire la propria esistenza. Allora perché non lo può fare ci è seduto su una carrozza, o soffre di patologie debilitanti? Tutti hanno diritto a sognare un amore. Ho fatto un rapido riepilogo dei disabili che conosco e molti sono, più o meno felicemente, accasati. Chi aveva già una compagna o compagno prima che un incidente gli modificasse la vita e chi invece l'ha trovato dopo. Il bilancio che ho di fronte è positivo. E voi cosa ne pensate? Un sito italiano di incontri
Commenti

Inviato da giulia il
quello che mi ha colpito del sito italiano di incontri che ci hai indicato è la totale apertura: lasciare nome, cognome, indirizzo di posta senza sentire il bisogno di nascondersi dietro un nickname, lo trovo già un atto di coraggio. E forse è proprio il coraggio che spinge alla ricerca di quello che si desidera, in questo caso l'amore. Perché no, un sito per incontri? Non è facile superare la diffidenza, i pregiudizi, e scrollarsi di dosso tutte le idee che ci siamo fatto su noi stessi e gli altri. La tecnologia ci è sempre più utile per tutta una serie di azioni pratiche. Penso che possa esserlo anche per trovare nuove amicizie e magari l'amore...;)

Inviato da pino il
sul web trovi (a mio parere)amicizia e persone che possono provare un certo interesse per te. personalmente,siccome sono onesto e sincero di natura,dopo che mi descrivo fisicamente e dico chiaramente cosa sono,percepisco una diminuzione di interesse in generale,nei miei confronti s'intende. Che dire di trovare affetto sulla rete?preferirei trovarlo nella vita reale anzichè virtuale...Purtroppo,pur conoscendo un mucchio di gente(nella vita reale di tutti i giorni)nessuno fino ad ora ha avuto il coraggio di accettarmi così come sono,neppure come amico..!morale della favola?Sono cinicamente pessimista e diffidente nei riguardi di tutti(parenti compresi)

Inviato da Fabio il
Buongiorno a tutti, sono il webmaster del sito amoredisabili.com. Ho creato questo sito per dare speranza a molti disabili come me a trovare l'amore anche sul web. A me è successo nel 2004, ho conosciuto una ragazza normodotata in una chat, dopo giorni di messaggi ci siamo sentiti per telefono. Da quel momento è nato un'amore che si è trasformata in convivenza e dopo un paio anni in matrimonio. Adesso sono sposato da 3 anni, ho una figlia di 16 mesi. Sono felice di quello che mi è successo e spero che il mio sito possa aiutare ad altri a trovare l'amore della sua vita

Inviato da Simone Fanti il
Grazie per il sito e il bel esempio. In bocca al lupo a tutti coloro che nel giorno di san Valentino sono in cerca del loro amore. E un abbraccio a tutti coloro che sono felicemente innamorati