Diabete Tipo 1 e sport: cosa fare e cosa non fare

Ecco le linee guida per capire quale sport fare, cosa e quando mangiare, quando misurare la glicemia

Chi ha il diabete di Tipo 1 è stato spesso incoraggiato a fare sport per i molti benefici che può trarne. Ora la Canadian Diabetes Association ha redatto una vera e propria guida su come fare attività fisica in modo sicuro e tenere il proprio livello di glucosio nel sangue sotto controllo.

Glicemia sotto controllo e diminuzione dei rischi cardiaci

L’esercizio costante aiuta chi soffre di diabete di Tipo 1 e di Tipo 1 di tenere più facilmente sotto controllo la glicemia e abbassare i rischi di malattie cardiovascolari. Lo studio stima che circa il 60% di chi ha il diabete di Tipo 1 sia sovrappeso o obeso.

La guida, pubblicata sulla rivista scientifica The Lancet Diabetes & Endocrinology, ha visto il contributo di 21 esperti internazionali.

Obiettivo numero uno: evitare le fluttuazione della glicemia 

Il primo problema per chi ha il diabete di Tipo 1 è quello di evitare le fluttuazioni degli zuccheri nel sangue che si hanno quando si fa attività fisica e che cosa mangiare prima e dopo. Durante la pratica dell’attività fisica possono verificarsi infatti episodi di ipoglicemia o di iperglicemia.

Quando misurare la glicemia 

La glicemia va misurata:
prima di iniziare di fare attività fisica
ogni 30 minuti durante l’attività fisica
dopo l’attività fisica

Bisogna evitare l’attività sportiva se la glicemia è >300 mg/dl o >250 mg/dl se il test dei chetoni nelle urine è positivo (chetonuria);
se si assume insulina, praticare l’iniezione nell’addome (evitando i muscoli coinvolti nel movimento) poco prima dell’attività.

Cosa mangiare 

Prima di iniziare l’attività fisica, bisogna mangiare una piccola quantità di carboidrati. Occorre avere sempre a portata di mano carboidrati a rapido assorbimento durante l’esercizio. Bisogna bere molta acqua prima, durante e dopo l’attività fisica, specie se prolungata. Fare uno spuntino anche dopo l’attività fisica.

Per gli adulti la prescrizione di fare ginnastica è doppia

150 minuti alla settimana di attività fisica aerobica, come camminare veloci, correre, nuotare o andare in bicicletta
esercizi di resistenza con i pesi 2 o 3 volte alla settimana per aumentare la forza della muscolatura.

Uno studio, citato nelle linee guida, spiega che le persone con diabete di Tipo 1 diminuiscono di quasi la metà il rischio di morte se fanno una regolare attività aerobica. Si aggiungono anche i benefici per l’apparato cardiorespiratorio, mentre rallenta lo sviluppo delle neuropatie periferiche.

Gli esercizi di resistenza invece migliorano il controllo della glicemia, oltre a tonificare i muscoli e ad aumentare la densità delle ossa.

Francesco Bianco

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Diabete: le differenze tra il tipo 1 e il tipo 2

Diabete di tipo 1: dieta e sport

Intestino e diabete giovanile di tipo 1: esiste un legame?

Il diabete ti toglie 9 anni di vita

Chiedi un consulto di Diabetologia
CONDIVIDI