Web Analytics

Riconoscono una molecola emessa col fiato che potrebbe essere sfruttata per sviluppare un “naso elettronico” che prevenga le crisi

Grazie ad una nuova classe di farmaci che nasce dall'albero delle mele

In età pediatrica la patologia è facilmente riconoscibile, ma non si può dire la stessa cosa di quella di tipo 2. Il diabetologo Emanuele Bosi descrive i segnali a cui fare attenzione

In Gran Bretagna il primo caso al mondo, per aiutare una signora che non riusciva più a misurare la glicemia e a iniettarsi l'insulina

Lo dimostra uno studio italiano. La compresenza delle due malattie abbassa significativamente anche le aspettative di vita

Uno studio americano apre le porte alla possibilità che il succo della pianta regoli i livelli di zucchero nel sangue

Studio made in Italy identifica una proteina sensore dei grassi nel sangue e che scatena una cascata di stress ossidativo

Alimentazione corretta e attività fisica rappresentano il primo passo necessario, ma non sufficiente. L'esperto del San Raffaele Emanuele Bosi elenca le terapie oggi a disposizione

Eccezionale scoperta di Roy Taylor, professore inglese di fama mondiale. Una dieta rigidissima di due mesi rende reversibile la malattia, che colpisce milioni di italiani

Una ricerca cinese condotta su mezzo milione di persone mette in guardia sui pericoli del diabete, sottolineando l'importanza della prevenzione. Rischia di più chi ha una diagnosi intorno ai 50 anni

Lo sport non è una mission impossibile: basta farlo in modo intelligente, seguendo le istruzioni del medico. Lo ricordano gli esperti in occasione della Giornata Mondiale del Diabete

Una ricerca canadese dimostra che prima e dopo una diagnosi di diabete di tipo 2 si hanno più probabilità di ammalarsi di cancro. Al centro, ancora una volta, gli scorretti stili di vita

Una ricerca shock sostiene che i sintomi potrebbero essere scatenati dallo stafilococco che abbonda sulla pelle delle persone in sovrappeso o obese

A causa dei suoi numeri rappresenta un'emergenza di salute pubblica, ma le prospettive sulla qualità di vita futura dei pazienti sono positive

Il diabete colpisce 415 milioni di persone nel mondo ma da qui a 30 anni i numeri tenderanno a peggiorare

Ricercatori del San Raffaele hanno scoperto segni di infiammazione nella mucosa duodenale e alterazioni della flora batterica