Diabete di tipo 2: alzati e cammina per stare meglio

Diabete di tipo 2: alzati e cammina per stare meglio

Si chiama Sit Less la nuova strategia per combattere il diabete di tipo 2. La traduzione dice già molto: stare seduti di meno. È stata studiata per chi non fa una vera e propria attività fisica

Alzarsi in piedi e fare spesso una camminata è sufficiente per tenere sotto controllo il livello della glicemia nel sangue e soprattutto per migliorare la resistenza all’insulina nelle persone con il diabete di tipo 2, secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Diabetologia.

In realtà già le nuove Linee Guida dell’associazione dei diabetologi americani lo scorso novembre, sul rapporto tra diabete e attività fisica consigliavano tre minuti di attività fisica ogni 30 minuti di sedentarietà.

«I nostri risultati dimostrano che per questo tipo di pazienti questo tipo di attività può rappresentare un’alternativa all’esercizio fisico vero e proprio per migliorare il controllo degli zuccheri» spiega Bernard Duvivier, primo autore della ricerca dell’Università di Maastricht. «Per le persone con il diabete di tipo 2 che non amano fare attività fisica, alzarsi in piedi di tanto in tanto e farsi una passeggiata può essere una buona alternativa».

Almeno 150 minuti di ginnastica moderata ogni settimana è stato a lungo considerata una parte importante della prevenzione e della cura del diabete di tipo 2, ma circa il 90% di chi ne soffre non segue questo consiglio. Ecco perché si è deciso di fare questa ricerca e trovare le possibili alternative. 

Per arrivare ai loro risultati i ricercatori dei Paesi Bassi hanno messo a confronto la strategia Sit Less con un’attività fisica strutturata. Lo studio ha messo sotto osservazione 19 persone con diabete di tipo 2 non curati con insulina e obesi. Sono stati divisi in tre gruppi:
sitting: il primo doveva fare 4.415 passi al giorno, mentre rimanevano seduti per un totale di 14 ore;
exercise: il secondo doveva fare 4.823 passi e un’ora e sei minuti al giorno sulla cyclette;
sit less: il terzo 17.502 passi al giorno, alternando lo stare seduti ad alzarsi frequentemente per fare una passeggiata.

L’esperimento è durato quattro giorni, durante i quali i volontari mangiavano lo stesso menù e venivano controllati molto spesso. I risultati hanno dimostrato che sia la strategia Sit Less che quella con l’esercizio fisico con la cyclette sono del tutto simili, mentre il primo gruppo ha avuto esiti decisamente negativi.
Ma, un po’ a sorpresa, i risultati della Sit Less sono migliori per quello che riguarda la resistenza all’insulina.

Francesco Bianco

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Diabete e attività fisica: ecco cosa bisogna fare

Il diabete si previene meglio con i colleghi in ufficio

Quanta attività fisica contro il diabete?

Muovi i fili del diabete: comincia dall’attività fisica

Chiedi un consulto di Diabetologia
CONDIVIDI