Bambini

Dislessia, il carattere facile da leggere

Presentata la font ad alta leggibilità studiata con gli esperti di problemi dell'apprendimento

Presentata la font ad alta leggibilità studiata con gli esperti di problemi dell'apprendimento
Alcune lettere minuscole della font biancoenero.
Alcune lettere minuscole della font biancoenero.

Una pancia o una stanghetta possono fare la differenza, per chi fa fatica a leggere. Più una font (un carattere) è facile da decifrare, più sarà scorrevole la lettura di un libro. Soprattutto per chi ha problemi di dislessia, non è madre lingua o ha problemi di apprendimento.

Per questo, è nata una font ad alta leggibilità studiata con psicologi ed esperti. Si chiama biancoenero© ed è disposizione gratuitamente per tutte le istituzioni e i privati che la usano per scopi non commerciali. Ed è il carattere usato per una nuova collana di libri ad alta leggibilità destinati ai bambini tra gli 8 e gli 11 anni (Zoom, Biancoenero edizioni).

La font è stata disegnata dai graphic designer Riccardo Lorusso e Umberto Mischi, con la consulenza di Alessandra Finzi (psicologa cognitiva), Daniele Zanoni (esperto di metodi di studio in disturbi dell'apprendimento) e Luciano Perondi (designer e docente di tipografia all'Isia di Urbino).

Quali sono le sue caratteristiche? Gli esperti hanno lavorato sulle singole lettere, disegnandole in modo che non si confondano: sopratutto quelle speculari (b-d, p-q, a-e) e quelle a rischio di confusione. Una l minuscola deve essere riconoscibile da una I maiuscola, una m da una n e così via.
OK La salute prima di tutto

Ultimo aggiornamento: 13 ottobre 2011

Chiedi un consulto ai logopedisti di OK