Disturbi alimentari

La terapia per guarire dalla bulimia

La cura per aiutare chi si abbuffa e poi vomita coinvolge tanti esperti. Va fatta in un centro specializzato

La cura per aiutare chi si abbuffa e poi vomita coinvolge tanti esperti. Va fatta in un centro specializzato

Dalla bulimia si può guarire. Ma, come per tutte le patologie complesse, la terapia prevede un approccio multidisciplinare. In altre parole, devono essere coinvolte più figure di specialisti: perciò è indispensabile rivolgersi a un centro ad hoc.
La terapia dev'essere tagliata e cucita addosso alla persona e ai suoi bisogni: vengono per questo coinvolti lo psichiatra (o il neuropsichiatra infantile per le ragazze più giovani), lo psicologo, l'internista, il nutrizionista/dietologo, l'endocrinologo.
I cardini della terapia sono rappresentati da:
• valutazione medica (attraverso visite ed esami);
• indicazioni per un corretto regime alimentare;
• supporto psicologico, che può essere individuale di tipo cognitivo-comportamentale, psicoanalitico tradizionale, o di gruppo;
• farmaci (eventuali terapie antidepressive o, in casi molto particolari, anoressizzanti);
• partecipazione a gruppi di auto-aiuto.
OK La salute prima di tutto

Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2010