Il consiglio

Reumatismi: caldo o freddo per guarire?

Per le infiammazioni articolari come l'artrite meglio il ghiaccio, per quelle degenerative dovute all'artrosi la borsa dell'acqua calda

Per le infiammazioni articolari come l'artrite meglio il ghiaccio, per quelle degenerative dovute all'artrosi la borsa dell'acqua calda
Qui, Quo e Qua consigliano a Nonna Papera di calmare i dolori dell'artrosi con una borsa dell'acqua calda (fumetto Disney per OK).
Qui, Quo e Qua consigliano a Nonna Papera di calmare i dolori dell'artrosi con una borsa dell'acqua calda (fumetto Disney per OK).

C'è chi usa la borsa dell'acqua calda, chi preferisce il ghiaccio. Per combattere i reumatismi, meglio il caldo o il freddo?
«Si dice che il caldo sia un toccasana: affermazione corretta, tant'è che la stragrande maggioranza delle terapie fisiche, dagli ultrasuoni alla radarterapia, dal laser agli infrarossi, genera calore», dice Carlo Maurizio Montecucco, direttore universitario della divisione di reumatologia all'Irccs Policlinico San Matteo di Pavia. Ma ci sono pazienti che dichiarano di sentirsi meglio in inverno e addirittura se applicano la borsa di ghiaccio sulla parte malata. Sì: i disturbi reumatici sono estremamente soggettivi.
«Da un punto di vista teorico, le infiammazioni articolari (le artriti, per capirsi) andrebbero trattate con il freddo, quelle degenerative (dovute all'artrosi) con il ricorso al caldo», conclude Montecucco. Ma, evidentemente, non è la regola...
Edoardo Rosati - OK La salute prima di tutto

Ultimo aggiornamento: 9 dicembre 2009