ipertensione recidiva ai farmaci

    DOMANDA

    Buongiorno Dottore,
    sono una Vs. abbonata da tempo, sono nata il 30/10/1942 soffro da diversi anni di ipertensione arteriosa;
    Sono in cura con COMBISARTAN ( valsartan idroclorotiazide) una pastiglia al mattino e
    una pastiglia di ZANEDIP (lercanidipina cloridrato) alla sera.
    Nonostante la cura farmacologica ho settimanalmente degli sbalzi piuttosto preoccupanti di pressione:
    alcuni giorni riesco a malapena ad alzarmi dal divano e altri giorni ho la pressione sistolica a 200 e la diastolica a 80-85, battito cardiaco 60-62.
    Sono stata portata anche al pronto soccorso per pressione alta a 220 ma non sono riusciti a capire il motivo di tali sbalzi.
    Mi succede sovente di soffrire anche di battito cardiaco forte (cuore in gola).
    Il mio ultimo esame del sangue risulta l’emoglobina glicata a 6,2, tutti gli altri valori sono regolari, svolgo attività fisica regolare (camminate), sono in sovrappeso di 15-20 kg. nonostante abbia seguito diverse diete.
    Io Le scrivo per avere un consulto da un medico esperto, vorrei sapere quali esami mi consiglia di fare per approfondire la causa di questi disturbi.
    La ringrazio anticipatamente del tempo che vorrà dedicare alla risposta,
    Cordiali saluti

    gabriella

    RISPOSTA

    Gentile Signora, io non so se Lei abbia già praticato gli esami di screening per una eventuale ipertensione “secondaria”, dovuta cioè ad alterazioni vascolari, renali o ghiandolari (surreni, tiroide?). Se non li avesse praticati, ne parli con il suo medico o si rivolga ad un Centro Ipertensione per farseli prescrivere. In considerazione della frequenza cardiaca di 60-62 (di per sé normale) ma con frequenti sensazioni di cardiopalmo, potrebbe essere indicato un Holter ECG per la valutazione di possibili aritmie.
    In conclusione, un approfondimento è necessario.

    Pasquale Strazzullo

    Pasquale Strazzullo

    ESPERTO IN IPERTENSIONE ARTERIOSA. Direttore del dipartimento assistenziale di clinica medica e dell’area funzionale di medicina interna, ipertensione e prevenzione cardiovascolare del policlinico Federico II di Napoli. Nato a Napoli nel 1948, si è specializzato in endocrinologia e malattie del ricambio e in medicina interna. È professore ordinario di medicina interna all’Università Federico II di
    Invia una domanda
    CONDIVIDI