Alla ricerca del selfie perfetto: sempre più giovani dal chirurgo estetico

Alla ricerca del selfie perfetto: sempre più giovani dal chirurgo estetico

Il fenomeno cresce tra i Millenials americani: l'allerta dei medici

Lo chiamano “effetto Instagram”: sempre più giovanissimi si rivolgono al chirurgo estetico chiedendo di fare dei ritocchini che consentano di postare selfie perfetti, al pari di quelli dei Vip che ogni giorno inondano i social network. A fare luce su questo fenomeno emergente è il rapporto annuale della più grande associazione di chirurghi plastici del mondo, l’Accademia americana di chirurgia ricostruttiva e plastica facciale (AAFPRS).

Un problema per i Millennials

Se un tempo si correva nello studio del chirurgo estetico agitando la copertina di qualche rivista patinata, oggi ci si presenta impugnando direttamente lo smartphone. Il 42% dei chirurgi estetici statunitensi afferma di aver ricevuto pazienti che chiedevano esplicitamente di poter migliorare la propria immagine nei selfie pubblicati sui social (contro il 49% che invece chiedeva di poter apparire più giovane e vitale per motivi professionali). Tra i più colpiti dall’effetto Instagram ci sono ovviamente i cosiddetti Millenials, gli under-30 nati a partire dagli anni Ottanta e cresciuti a pane e Internet.

Fermare il tempo

La voglia di assomigliare alle celebrities non è comunque l’unica vera motivazione che spinge i giovani a fare questa scelta. Secondo i medici americani, la chirurgia estetica è ormai entrata nella mentalità dei teenager, che la considerano come la normalità: molti pensano che sia meglio sottoporsi fin da subito a piccoli ritocchini che permettano di “prevenire” i primi segni dell’invecchiamento piuttosto che dover ricorrere a interventi più pesanti ed evidenti in età matura.

Beauty a 360 gradi

Questa tendenza si riflette nel boom di richieste di interventi mini-invasivi tra i pazienti under-30, che puntano sempre più sulle punturine con filler e botox. I chirurghi estetici hanno inoltre osservato una crescente passione per i prodotti cosmetici più sofisticati e avanzati, che un tempo erano desiderati solo dalle signore che avevano superato gli “anta”.

Uomini alla riscossa

Una buona fetta del mercato riguarda gli uomini, sempre più attenti alla loro immagine. Un tempo interessati solo al trapianto di capelli e alla rinoplastica, oggi hanno acquisito una maggiore confidenza con la chirurgia estetica e non hanno più remore nel richiedere lifting facciali, blefaroplastiche per sollevare le palpebre, e liposuzione per l’addome e addirittura il collo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Chirurgia estetica e qualità degli interventi: come capire a chi affidarsi

Non solo estetica: con la rinoplastica torni anche a respirare bene dal naso

Chirurgia estetica: Italia nona al mondo per trattamenti

WhatsApp, likemania, sexting e selfie: quando diventano malattie

Selfie: autoscatti per costruire la nostra identità

Selfie-dipendenti: quando la realtà è solo quella dei social network

Chiedi un consulto di Chirurgia plastica
CONDIVIDI