AGR News
Fitness

Braccia toniche in un mese con gli esercizi per rassodare

L'allenamento a casa, in palestra e in piscina per scolpire bicipiti e tricipiti ed evitare l'effetto «tendina» della pelle cascante

L'allenamento a casa, in palestra e in piscina per scolpire bicipiti e tricipiti ed evitare l'effetto «tendina» della pelle cascante
Irene Pivetti ritratta mentre fa pesi.
Irene Pivetti ritratta mentre fa pesi.

Braccia poco toniche? Ti basta un mese di esercizi (guarda: braccia sode con quattro esercizi) per tonificare bicipiti e tricipiti, i muscoli del braccio, e combattere l'effetto «tendina» provocato dalla pelle molle che cade. Come? Devi metterti di buona lena per 30 giorni e allenare a casa tua la muscolatura degli arti superiori.

Ti bastano due pesi, o anche due bottiglie d'acqua, per raggiungere con pochi esercizi (guarda: 7 esercizi per le braccia) l'obiettivo braccia toniche. Si tratta di movimenti semplici da mettere in pratica per abituare le braccia a sollevare dei pesi, come quello illustrato da Irene Pivetti nella foto. Il muscolo si rassoda e non casca più.

«L'eccessiva sedentarietà e il mancato uso atletico degli arti superiori, accompagnati dalla perdita d'acqua da parte dei tessuti che avviene con l'avanzare dell'età, rende molto diffusa la perdita di tono muscolare negli arti superiori, tra le donne ma anche tra gli uomini over 30», dice il nutrizionista Giovanni Caldarone, ex direttore del dipartimento di medicina dell'Istituto di scienza dello sport del Coni. «La pelle, non sostenuta più dai muscoli, finisce per allungarsi sempre di più creando la cosiddetta tendina» (leggi: gli interventi contro la tendina). Per correre ai ripari, ti basta allenarti tre-quattro volte la settimana a casa tua.

IN PISCINA CON LE PALETTE PALMARI
Ci sono anche altre attività che puoi fare. A cominciare da qualche vasca in piscina. «Nel nuoto la parte superiore del corpo lavora alla pari della parte inferiore, al contrario di quanto avviene in altre discipline», spiega Caldarone. «Per intensificare l'allenamento e tonificare al meglio braccia e avambracci è possibile usare anche strumenti appositi, come le palette palmari, sorta di remi da fissare alle mani che aumentano la superficie a contatto con l'acqua e rendono più intenso il lavoro muscolare».

Tutti gli stili di nuoto, praticati nel modo giusto, sono efficaci, ma se sei un principiante, meglio optare per lo stile libero, più semplice da eseguire anche per i meno allenati (guarda: gli errori da evitare nel nuoto).

IN PALESTRA CON GLI ATTREZZI
Sport come pallavolo e pallacanestro, al contrario di quanto si potrebbe pensare, non fanno lavorare più di tanto la muscolatura delle braccia. «La palla è molto leggera e i movimenti non sono specifici», nota Caldarone. «Per rassodarsi con il pallone, meglio scegliere la fitball, un attrezzo di Pvc pieno d'aria del diametro tra i 45 e i 70 centimetri, in vendita nei negozi di articoli sportivi» (guarda anche: gli esercizi con la palla medica).

Qualche esempio? Siediti sulla fitball, stendi un braccio posteriormente verso l'alto reggendo un peso. Oppure sdraiati sulla fitball appoggiando a terra collo e testa e slancia le braccia in alto reggendo i pesi (due-tre serie di ripetizioni). Per migliorare i risultati con l'allenamento a casa puoi andare in palestra due o tre volte la settimana e completare il training con pesi e altri attrezzi appositi dotati di cavi elastici da tirare. Nel centro fitness, però, niente fai da te: ricordati sempre di farti seguire da un preparatore professionista.
OK Salute e benessere

Chiedi un consulto ai medici dello sport di OK